Lo spot Gucci “The Cruise 2016 Campaign” censurato dall’autorita’ di controllo britannica sulla pubblicita’, in quanto come comportamento “irresponsabile”.

 

8619cc8b6c3f1294db2eb4fb93abdac1

Lo spot Gucci The Cruise 2016 Campaign è stato censurato dall’autorità di controllo britannica sulla pubblicita’, in quanto come comportamento “irresponsabile”.

Infatti secondo  l’Advertising Standards Authority (Asa) quello della casa di moda  Gucci è stato definito un comportamento “ irresponsabile “ il video girato da Glen Luchford in una villa fiorentina, diffuso nel Regno Unito nel dicembre 2015 in cui due modelle apparivano troppo “magre in modo malsano”  “Inoltre – ha aggiunto l’Asa – la posa allungata del busto accentua il punto vita, che sembra essere molto piccolo.

Il verdetto (Asa) accusa di irresponsabilità.  rivolta agli autori di quella specifica pubblicità della maison. talora legate anche a episodi di cronaca tragici ,alimentate, in Gran Bretagna e non solo, dal modello di indossatrice ai limiti dell’anoressia promosso talora nel mondo della moda e fra le giovanissime che calcano o sognano di calcare la passerella. “.

La casa di moda Gucci nella sua difensiva, sottolineava,invece  l’ attenzione massima  alle modalità di selezione delle modelle e a come vengono raffigurate nelle loro campagne pubblicitarie, che quel video presentava le modelle citate mentre danzavano nello scenario di un party, ed inoltre  che lo stesso era destinato a un pubblico “adulto e sofisticato”: rigettava perciò ogni richiamo all’anoressia nelle fattezze delle due ragazze, definite semmai “magre e toniche”.

Il verdetto dell’Asa, tuttavia, non accolto la linea difensiva, e  per la casa italiana ora potrebbero esserci conseguenze..

Non è la prima volta, del resto, che l’industria del fashion finisce sotto accusa per via della magrezza eccessiva delle sue top model, un modello femminile che spesso sfiora i limiti dell’anoressia. Il mese scorso era toccato a Saint Laurent finire al centro delle polemiche, per via delle mannequin magrissime ingaggiate per la collezione dedicata al prossimo autunno inverno mentre nell’ottobre scorso, a suscitare un polverone social era stata una copertina di ‘Marie Claire’ in cui appariva una modella magrissima.

Una delle top in questione è la statunitense Avery Blanchard, 16 anni, tra i volti emergenti della IMG Models, e già lanciatissima sulle passerelle delle maison più blasonate come Christopher Kane, Prada, Fendi, Jil Sander, Coach e Tommy Hilfige

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top