Carmen con Iaia Forte – Regia di Mario Martone

12931121_606172286202248_5620988868665964541_n

12235068_10154017619047118_2341747165011228107_n

Carmen con Iaia Forte – Regia di Mario Martone

 

Carmen con Iaia Forte – Regia di Mario Martone

CARMEN da Prosper Mérimée, Henri Meilhac e Ludovic Halévy adattamento di Enzo Moscato e Mario Martone musiche George Bizet direzione musicale Mario Tronco arrangiamento musicale Mario Tronco e Leandro Piccioni esecuzione dal vivo Orchestra di Piazza Vittorio
con Iaia Forte, Roberto De Francesco

nella versione napoletana di Enzo Moscato, con la regia di Mario Martone. Di questo personaggio complesso e affascinante

Iaia Forte, diplomata al Centro di cinematografia di Roma, ha lavorato con grandi registi, in teatro e al cinema, Leo De Berardinis, Mario Martone, Carlo Cecchi, Federico Tiezzi, Emma Dante, Toni Servillo, Pappi Corsicato, ed era nel cast del film premio Oscar La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino.

In questo spettacolo c’è una riscrittura della storia che si differenzia dall’opera lirica e si riavvicina a Merimée. In più qui Carmen non muore, ma viene accecata, punizione ad una donna che ha osato un atteggiamento maschile. La storia viene raccontata a fatti avvenuti, lei è diventata una tenutaria di bordello.

Carmen  è un personaggio che fa riflettere, indubbiamente.La violenza c’è nel testo di Merimée. Carmen è un pericolo per l’uomo, perché non si sottomette e sovverte le regole maschili. Per questo viene accecata, il che richiama le tragedie antiche.

Storia malinconicamente contemporanea, Carmen è una tragedia che quotidianamente si ripete nel mondo, un fenomeno che oggi si definisce con la parola “femminicidio”, ma che in passato in Italia veniva annoverato come “delitto passionale”.

Partendo dalla fonte letteraria e dal libretto del capolavoro di Bizet, nelle mani di Martone l’opera approda verso temi contemporanei, affidandosi al talento, ai volti e alla teatralità innata dei musicisti dell’Orchestra di Piazza Vittorio, un ensemble noto a livello internazionale, che riunisce artisti, culture e tradizioni, memorie, sonorità antiche e nuove.

dal 12 al 24 aprile 2016
Napoli (Napoli)
Teatro Bellini

 

 

Share Button

Lascia un commento

Top