Gianni Togni parteciperà venerdì 13 maggio, alla trasmissione televisiva “I MIGLIORI ANNI” di RAI 1.

Gianni Togni ha deciso di partecipare venerdì 13 maggio, ore 21, alla trasmissione televisiva “I MIGLIORI ANNI” di RAI 1,  condotta da Carlo Conti.

12119049_1050801051626932_3985868418904362022_n

Potrà cantare solo alcuni suoi  successi degli anni ottanta, come consueto, ma nell’occasione, Gianni  arricchirà la sua  performance anche con una breve intervista riguardo ai tanti progetti futuri in cantiere.

Dopo alcune esperienze musicali, con l’album In una simile circostanza del 1975 e come supporter ai concerti dei Pooh (il bassista Red Canzian aveva prodotto alcuni suoi primi dischi), ottiene un notevole successo nell’estate del 1980 con il singolo Luna inserito nell’album dal titolo lunghissimo …e in quel momento, entrando in un teatro vuoto, un pomeriggio vestito di bianco, mi tolgo la giacca, accendo le luci e sul palco m’invento…. La felice vena creativa ed i successi proseguono anche negli anni successivi con gli album Le mie strade (1981), Bollettino dei naviganti (1982) e Gianni Togni (1983). Con Stile libero (1984) l’artista romano si dimostra attento e sensibile anche verso le nuove tecnologie e, tra i primi in Italia, pubblica l’album anche nella versione compact disc. Seguono Segui il tuo cuore nel 1985, e Di questi tempi nel 1987.

13151738_1191065980933771_5569691325815099166_n

La svolta arriva nel 1988 con l’album Bersaglio mobile un disco raffinato e complesso, suonato da musicisti del calibro di Manu Katché, Pino Palladino, Mel Collins, Bruno Illiano, Paolo Gianolio, che si differenzia nettamente dalla precedente produzione di Togni. Torna sulle scene nel 1992 con l’album Singoli e quattro anni più tardi con la raccolta Cari amori miei con la quale vince il disco d’oro. Gli anni successivi sono stati caratterizzati dalla ricerca da parte dell’artista di musicalità nuove che non sempre hanno incontrato il favore del pubblico. Gianni Togni ha anche scritto musical sinfonici come Hollywood del 1998 con Massimo Ranieri e G. G., un musical su Greta Garbo commissionato dal Teatro Stabile di Stoccolma e andato in scena nel febbraio 2002, oltre a musiche per la televisione ed il teatro. Tra le sue canzoni più famose si possono citare Luna (1980), Semplice (1981), Vivi (1982), Per noi innamorati (1983) e Giulia (1984) (che nel 2003 è stata remixata da DJ Lhasa insieme a Gabry Ponte).

Dopo nove anni di assenza, Togni torna sul mercato nel 2006 con l’album La vita nuova, con dieci brani inediti. È un CD che si segnala per diversi fattori: la partecipazione di musicisti di fama internazionale (da Michael Landau a Stefano Di Battista, da Tollak a Lucrezio De Seta), la tecnologia cdNet che consente una volta inserito il disco originale nel PC di scaricare contenuti extra e bonus esclusivi, e la contemporanea uscita del disco nella versione -a tiratura limitata di 1000 copie- in vinile 180gr.

Nello stesso anno la giuria del Montecarlo Film Festival assegna al film E guardo il mondo da un oblò di Stefano Calvagna il premio per la Migliore Colonna Sonora Originale, da lui composta.

Il 19 luglio 2007 Togni è apparso su Sky Vivo nella trasmissione Stella di Maurizio Costanzo, nella quale ha presentato brani dell’album La vita nuova, quali Cose che forse a parole non racconterei, e pezzi del passato meno noti, come Nannaré.

Nel novembre 2008 firma musiche e testi del musical Poveri ma belli, prodotto dal Teatro Sistina di Roma per la regia dell’amico Massimo Ranieri.

Nel 2012 scrive per Il Messaggero online la critica del Festival di Sanremo 2012.

Il 17 marzo 2015 esce a nove anni di distanza dal precedente il suo nuovo album: “Il bar del mondo”.12743865_1125577754149261_7037707017339469776_n

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top