Per Sara e tutte le donne barbaramente uccise

13342433_10208185920717526_883738637_n

Cinque giorni dopo il feroce omicidio di Sara Di Pietrantonio, uccisa e bruciata dal suo ex fidanzato, in via della Magliana 1125 spuntano decine di fiori e di cartelli. Tante donne (ma anche diversi uomini) e tante associazioni si sono ritrovati, nel luogo in cui alla 22enne è stata tolta la vita, per Dire basta a tutti questi omicidi.Chi colpisce una donna, colpisce tutte noi. Il contrasto e la e la prevenzione della violenza di genere deve essere una priorità.

13348781_10208185920957532_1932137575_n

Credo fermamente che sia urgente “Cambiare la cultura maschilista che ci sommerge tutte”. E questa sembra essere una missione impossibile: un’altra donna: Sara.

13348925_10208185921117536_513151443_n

L’ultima vittima. Dove sono i diritti delle donne ? Chi ascolta le loro denunce? Come chiedere misure serie contro la violenza sulle donne in un paese che sembra non ascoltare il grido di dolore delle vittime? Scendiamo tutte nelle strade ,nelle piazze affichè Sara sia veramente l’ultimo sacrificio capace di far capire alla politica italiana che domani sfilerà nelle celebrazioni della Festa della Repubblica, insensibile all importanza di questa data: 2 giugno che , non a caso, coincide con l’anniversario del settantesimo anniversario del diritto di voto alle donne.

13342450_10208185931437794_1989175728_n

Facciamo sentire la nostra voce, scuotiamo le coscienze ovattate e foderate di falso perbenismo e di indifferenza. Formuliamo leggi in grado di fermare questa strage e di trasformare la mentalità sociale in modo da rendere giustizia a tutte le donne vittime una volta per tutte. BASTA,BASTA DAVVERO.

Anna Silvia Angelini

 

Share Button

Lascia un commento

Top