Oltre la passione: Manuelyto e la musica Il giovane dj ischitano si racconta

14215776_10209258227726347_284137436_oOltre la passione: Manuelyto e la musica

Il giovane dj ischitano si racconta

di Alessia Bimonte

 

Emanuel Iacono, in arte Manuelyto. Nasce a Lacco Ameno il 17 Agosto 1994. Appassionato di musica, inizia a suonare feste private a soli 14 anni. Con il passare degli  anni la musica diventa più di una passione, fin quando all’età di 18 anni inizia a suonare in vari club della famosa isola d’Ischia.14233630_10209258225526292_25716468_o

 

 

Come nasce la tua passione per la musica, ma soprattutto per il djing?

La mia passione nasce a dodici anni, grazie a mio fratello, amante della musica ed ex dj. Oggi è responsabile di un negozio audio luci. Lo spunto mi è venuto proprio da lui, e con il passare degli anni me ne sono innamorato, iniziando a inserirmi in questo ruolo. Inizialmente era un hobby, pian piano mi sono inserito bene in questo ambito, iniziando ad essere chiamato nelle discoteche, oggi sono il residence dj di una delle più cool del momento sull’isola di Ischia, il Blanco Disco Club. Anche al Riva club sono di casa. Ho anche avuto l’opportunità di suonare a Firenze, grazie ad amici che ascoltandomi, mi hanno proposto una serata.

14248886_10209258225766298_107133858_n

Quale tipo di musica preferisci ascoltare? Quale invece inserisci nelle playlist delle serate?

Mi piacciono tutti i generi, dal rock al jazz, dal latino al commerciale, dalla deep house alla techno. Mi piace far divertire la gente, poi operando ad Ischia, devo seguire un po’ tutti i generi, dato che non ci sono particolari preferenze. Uso a 360 gradi la musica, mi diverto a creare  sempre playlist nuove. La maggior parte sono latino, commerciale e house, uno dei mie generi preferiti.

 

Hai progetti futuri da poter raccontare?

Sto seguendo una scuola di produzione, accademia di musica elettronica e arti digitali a Napoli, la Nut Academy, per ampliare le mie conoscenze e cercare di inserirmi anche nel mondo della produzione.  Non vorrei rimanere sull’isola, mi farebbe piacere suonare anche fuori dalla piccola realtà che mi ha dato i natali. Certo, facendo questa scuola, mi apro altre porte. Ma tocca mettersi sotto con la musica, intendo con creazioni personali, in modo da poter andare in giro per l’Italia a farmi conoscere. Il mio futuro lo sto coltivando, ci vuole una buona base economica, soprattutto per la strumentazione che occorre, ma anche per gli studi che bisogna affrontare e per i corsi da seguire. Non mi fermo un attimo, faccio anche il  barista al Sorriso Resort Thermae & Spa di Forio d’Ischia per ricavare fondi per poter investire su me stesso e sui miei progetti. Spero davvero che il futuro mi porti in questa direzione, poi chissà…

 

Sei molto giovane, avrai sicuramente qualche sogno nel cassetto.

Ce ne sono tanti. Il principale è di riuscire nell’intento di diventare un dj affermato, andando a fare esperienze all’estero, l’America per esempio non mi dispiacerebbe. È tutto da vedere, ci vuole molto impegno, e soprattutto testa! Io per adesso ho entrambe le cose. Voglio creare qualcosa di mio per metterlo in rete e pubblicizzarmi tramite etichette. Spero che vada tutto bene!14256335_10209258222246210_2125363514_n

 





Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top