Il Festival dell’Arte e dell’Amicizia e della Pace Italia Uzbekistan

PESARO – “Il Festival dell’Arte e dell’Amicizia e della Pace Italia Uzbekistan”, che si è svolto venerdì 18 e sabato 19 novembre 2016 all’Alexander Museum Palace, ha registrato un lusinghiero successo tra gli artisti ed il pubblico. Notevole è stato l’impegno di Aida Abdualleva che ha tirato le fila di tutta l’organizzazione, il contributo artistico e di ospitalità del conte Marcucci Pinoli e il contributo di Regina Resta dell’Associazione Verbumlandiart, che ha curato i rapporti internazionali con la delegazione uzbeka. Aida Abdualleva, di origine uzbeka, precisamente della capitale Taskent, da quasi vent’anni in Italia e da quasi altrettanto tempo ha custodito il sogno di avvicinare l’Uzbekistan e l’Italia attraverso mostre, concerti e scambi culturali, facendo arrivare artisti dall’Uzbekistan. Ora il sogno si è realizzato, al Festival sono stati presenti pittori, musicisti, stilisti. Anche Aida ha talento artistico, che esprime nella pittura e nell’arte della ceramica, appreso dalla madre, coltivato nell’Istituto artistico della capitale e poi coronato con una laurea in Lettere e Scienze Culturali. Nella sua vita di artista ha all’attivo più di 60 mostre, tra personali e collettive in Uzbekistan, in Italia e in diversi altri paesi.

Ora il sogno si è realizzato, al Festival sono stati presenti pittori, musicisti, stilisti.

Aida ha talento artistico, che esprime nella pittura e nell’arte della ceramica, appreso dalla madre, coltivato nell’Istituto artistico della capitale e poi coronato con una laurea in Lettere e Scienze Culturali. Nella sua vita di artista ha all’attivo più di 60 mostre, tra personali e collettive in Uzbekistan, in Italia e in diversi altri paesi.

15094381_1772547882998257_3494257396386671334_nIl Festival dell’Arte e dell’Amicizia è stato inaugurato alla presenza del Consigliere dell’Ambasciata dell’Uzbekistan Rustam Kayumov, ha avuto come ospite nella seconda giornata Luca Bartolucci, assessore del Comune di Pesaro e sarà aperto fino al primo dicembre con la mostra degli artisti: Aida Abdullaeva, Akmal Nur (Presidente dell’Accademia di Belle Arti dell’Uzbekistan), Albert Edwin Flury, Alisher Alikulov, Antonino Leanza, Carlos Callegari, Farida Maksumova, Fausto Ercolani, Francesca Guidi, Giuseppa Comodi, Kamila Kerimova, Lilian Rita Callegari, Luca Peroni, Marina Ribnikova, Massimo Cedrini, Miguel Angel Acosta Lara, Paola Zannoni, Sabrina Golin, Stjepko Mamic, Tohir Karimov, Veronica Severi, Vincenza D’augelli, Wilson Santinelli. Nella città della musica non poteva mancare un incontro musicale, rappresentato per l’Uzbekistan dalle due giovani ed affermate pianiste, Nigora Khusanova e Maryam Ilyasova, che si sono esibite a quattro mani su musiche dell’uzbeko Kaharamon Rakhimov, e per l’Italia dai giovanissimi: Michele Castaldo, pianista e Diana e Ilaria Massacesi, pianista e violinista, oltre alla splendida voce del soprano lirico Teresa Sparaco e il suo gruppo “Le dame del regno” di Caserta con Cecilia D’lorio, primo violino, Ludovica Ambroselli, violino e Marilena Di Martino, viola.Nella seconda giornata, si è esibito il gruppo folk traditional dall’Umbria, “Quintessenza italiana” con Mauro Branda, Maria Morena Lepri, Moreno Ilicini, Milena Regali e Nicoletta Ricciarelli. Alternati ai concerti hanno letto le loro poesie i poeti Franca Mancinelli e Luigi Socci.Una sezione importante del Festival è stata la sfilata di moda della stilista uzbeka Taisiya Chursina “Tais&I”, della stilista croata Sladana Krstic, della stilista Michela Ricci della Arte Moda Scuola di Fano, della stilista Silvia Monticelli“Arte Di Penelope”, Fabiana Gabellini, e Marina Corazziari “Gioielli Scultura”. Le acconciature sono state curate da Cinzia Daries di “Amiche Parrucchieri” di Pesaro ed il make up da Celeste Trovato de “La Bottega di Celeste”. In chiusura della sfilata si è esibito il mimo di Zareen Carlotta Cecchini e di Stella Cerioni. La grafica digitale del Festival è opera dell’artista messicano Miguel Angel Acosta Lara, che ha offerto la sua preziosa collaborazione in rete dal Messico, seguendo i lavori per oltre tre mesi.   Il Reportage fotografico porta la firma del fotografo ufficiale del festival Wilson Santinelli, a cui si deve, grazie ai suoi scatti artistici, la restituzione dello spirito e della bellezza dell’evento. Si ringraziano Vincenza D’Augelli per la lettura di posie di Alessandro Nani Marcucci Pinoli, Michela Pacassoni e Francesca Guidi per la collaborazione nella presentazione delle due giornate d’apertura, Fano Tv per le riprese, Maurizio Giri, Franco Mancinelli per la consulenza letteraria, Giancarlo Chiuselli e Samuele Matteucci, tecnici del suono, le modelle della sfilata di moda; si ringraziano, infine, tutti i numerosissimi collaboratori ed i partecipanti. Le numerose collaborazioni che hanno permesso la realizzazione del Festival sono anche una dimostrazione del successo della manifestazione che si poneva come obiettivo la conoscenza, l’amicizia, il confronto e lo scambio culturale tra i due paesi. 15192681_1772743189645393_3723459522550306456_n 15211723_1774840692768976_482675725_n 15240057_1774840689435643_967298166_n 15230625_1772551909664521_316169740376823913_n15181353_1772548806331498_7920637712873262435_n 15211698_1774840716102307_638473921_n 15107265_1772551832997862_3649238444745493443_n 15171281_1772760489643663_1863344917341879162_n 15136004_1772766819643030_105350927580324852_n15085666_1772552259664486_7232797313393057597_n 15170980_1772743776312001_1880372301090408428_n.15220139_1772559606330418_4937332650958288975_n15107380_1772790379640674_4227650151772891269_n 15171098_1772551999664512_4900813800097514216_n15203241_1772789892974056_5608523651569595_n 15094969_1772555732997472_8180119632427697472_n 15193489_1772790742973971_5354964696007111358_n


Taisiya Chursina “Tais&I”,

Taisiya Chursina “Tais&I”,

15134555_1772746106311768_4090714006435986267_n15192655_1772746466311732_6347481258481770398_n15107322_1772746816311697_1357508407687560127_n15109462_1772747162978329_8953998930640625318_n15079033_1772747519644960_6299032837940347137_n15109429_1772750342978011_6277130362230051402_n15134617_1772747909644921_5990029068005408123_n15170794_1772747399644972_7085006008275814566_n15193641_1772747769644935_6946796349210006990_n-1 15171094_1772750656311313_382684154345212171_n

La stilista croata Sladana Krstic,

Sladana Krstic,

15232211_1772779436308435_135143430706751401_n15202713_1772778819641830_1673837685931598963_n15202644_1772767352976310_627350755956528660_n15171276_1772768362976209_3249054419554989946_n15109549_1772768502976195_6617885610878826756_n15178287_1772767722976273_5954601665851342145_n15107269_1772778746308504_907078813415760771_n15085522_1772779616308417_375156892667164226_n14915639_1772767232976322_8030017451660444208_n15107281_1772767182976327_1092563218599472914_n

Michela Ricci della Arte Moda Scuola di Fano,

Michela Ricci

15203339_1772760232977022_5274699369994293695_n 15193578_1772756512977394_334957259084405562_n15094834_1772756372977408_7227015830177516412_n 15193467_1772759679643744_5553278451391725035_n15094298_1772754062977639_4651283781255678995_n15094834_1772756372977408_7227015830177516412_n15109583_1772753819644330_3797657954952818798_n15203260_1772755856310793_5321320024648388434_n15220193_1772755489644163_301333036080171210_n15170878_1772753692977676_8852231788212223496_n15170919_1772756242977421_3230239513783004882_n15178317_1772756572977388_4137328420840737274_n15181407_1772756709644041_5785363798078757784_n15192593_1772752979644414_3047700899550893684_n15094259_1772756842977361_7581454487322801597_n

Silvia Monticelli“Arte Di Penelope”

Silvia Monticelli“Arte Di Penelope”

15085463_1772764472976598_6084313020592792632_n15202572_1772763692976676_1803190619499699539_n15170940_1772763932976652_3064405482243654313_n15193416_1772761249643587_3907429748100665531_n15220177_1772760662976979_2628209779376567375_n15109404_1772763496310029_7401824104161828274_n15203177_1772761069643605_272627281695223614_n15107209_1772762696310109_4244295973252313324_n15085518_1772763049643407_1403253967635336671_n

Fabiana Gabellini

Fabiana Gabellini

15219585_1772786302974415_2404350797077569076_n15170965_1772788726307506_6903573926730809826_n15181615_1772781459641566_3921791106995041683_n15192773_1772782529641459_54842696549754884_n15193492_1772783589641353_6813578343060224094_n15202578_1772783692974676_5094508511602220756_n15203384_1772785639641148_3145010918506750176_n15232182_1772784772974568_9010302580514899399_n15107218_1772782326308146_6560169961867689545_n15170951_1772785762974469_8582446445821563153_n15181316_1772785399641172_181984259431970583_n15181542_1772782586308120_5818666661521143162_n

Marina Corazziari “Gioielli Scultura”

Marina Corazziari “Gioielli Scultura”

15179035_1772789706307408_6703105895263355633_n15230590_1772789759640736_5864225209180063762_n15095655_1772789269640785_8635097855816203975_n15107445_1772789032974142_8066344171070060929_n15178171_1772788882974157_1393259841259673171_n15220107_1772788996307479_7561772559112593962_n               15179217_1772789379640774_3399587702193778269_n15192537_1772789082974137_3382749290471866680_n15192573_1772789216307457_4769864953122411561_n 15193488_1772788922974153_3631414623002360119_n

 !—->

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top