Milano Moda Uomo 2017 in programma dal 13 al 17 gennaio,

giorgio-armani
 

 

 

 

 

 

 

 

 

Milano Moda Uomo 2017

È l’uomo ad aprire la stagione delle sfilate milanesi del 2017. O forse, più correttamente, l’indicazione di maschile e femminile associata alla presentazione delle collezioni andrebbe rivisto, dal momento che sempre più maison decidono di proporre insieme i due universi. Tra tutti Gucci e Bottega Veneta che sfileranno nel mese di febbraio con la donna e in questa occasione presenteranno anche l’uomo.
Grande attesa per la sfilata autunno/inverno 17-18 di Ermenegildo Zegna che presenta al pubblico (e alla stampa) il nuovo direttore creativo, Alessandro Sartori.look-dolce-gabbana-2017

Attesissimo è anche l’esordio del designer inglese Lee Wood in Bikkemberg e dello stilista francese Guillaume Meilland in Salvatore Ferragamo.

Il fitto calendario diramato dall’ufficio stampa di Cnmi-Camera Nazionale della Moda Italiana (ben trentasette griffe attese a gennaio, due in più della passata stagione) vede anche in scaletta Jeremy Scott in Moschino, Antonio Marras, N°21 di Alessandro dell’Acqua, Frankie Morello sotto la direzione artistica di Nicholas Piggioli, Miao Ran, Plein Sport, Malibù 1992, Billionaire, Wood Wood, Federico Curradi, Marcelo Burlon County of Milan e Dsquared2.

Giorgio Armani, che chiuderà la lunga kermesse il prossimo 17 gennaio 2017, metterà a disposizione Teatro Armani: la location che ospita oramai da diverse stagioni ,le collezioni di giovani talenti provenienti da tutto il mondo.

Quest’anno a calcare la passerella saranno le creazioni di Moto Guo (Malesia), Yoshio Kubo (Giappone) e Consistence (Taiwan).
Giorgio Armani ha dichiarato:”Milano sta vivendo un momento di grande fermento estetico e culturale, del quale la moda è parte attiva. Per questo ho deciso di ampliare e strutturare la mia iniziativa a favore dei designer di maggior talento, per creare una giornata unica e stimolante nel calendario. Mi piaceva l’idea di offrire la possibilità a più brand di presentare il proprio lavoro in quest’occasione, lasciando che siano semplicemente gli abiti a parlare senza avvalersi di particolari allestimenti. Mi auguro che, così come era stato per me, anche per loro sia di buon auspicio”.
Il Presidente di Cnmi, Carlo Capasa, ha dichiarato ai microfoni di MF Fashion: “Siamo felici della scelta di Armani che, ancora una volta, ha dimostrato di voler supportare la creatività dei giovani e di promuovere l’internazionalizzazione della sua città e della fashion week milanese”

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top