Alba Parietti apre la 26esima edizione del Saral Food e l’inaugurazione coincide con l’apertura del complesso Pescarafiere.

 

 

image (6)

Aperta  da Alba Parietti  la 26esima edizione del Saral Food e l’inaugurazione coincide con l’apertura del complesso Pescarafiere, situato in via Tirino 431. La rassegna, che mette insieme tutta la filiera enogastronomica e tecnica del comparto food abruzzese e anche europea,”

Pescarafiere” è una struttura imponente, circa 9000 metri quadrati, che si collocherà tra Rimini e Bari come grande Polo Fieristico nel cuore dell’area metropolitana. Questa è la città dalle grandi ambizioni che guarda al futuro con ottimismo. Il padiglione segna anche l’inizio di una sinergia con l’amministrazione, perché nasce in una delle zone sensibili della città e ha tutto il potenziale per cambiarne in meglio i connotati.

Sono intervenuti l'assessore alle Attività Produttive Giacomo Cuzzi, l'organizzatore del Saral, Gianfranco Cianflone, il presidente dell'Associazione Cuochi di Pescara, Narcisio Cicchitti, i presidenti del settore panificazione Vincenzo Ruccolo e Roberto D'Intino, il consigliere Riccardo Padovano e il patron del padiglione, Franco Danelli, a capo della Confcommercio, Enzo Di Nisio della Mokambo e Luciano Verna, addetto alla sicurezza del padiglione

La rassegna, che mette insieme tutta la filiera enogastronomica e tecnica del comparto food abruzzese e anche europea, approda in città dove resterà fino al 15 marzo. Tra gli appuntamenti, la 27esima edizione del concorso dei cuochi abruzzesi “Lu Carrature d'ore”. Tra le altre iniziative un convegno dedicato all'economia ittica a cui martedì parteciperà anche il ministro Enrico Costa, oltre a eventi e degustazioni da parte degli esporitori.image (1)image (2)image (3)image (4)

Commenta Cuzzi, "è un' occasione straordinaria per il nostro territorio che genera rilancio dell'economia, posti di lavoro e visibilità.Noi ci stiamo provando, infatti questa zona cerniera fra Pescara e Sambuceto, che è accessibile logisticamente e che sta al centro di un'area metropolitana su cui gravitano decine di migliaia di persone, sarà destinataria dei 18 milioni di risorse statali assegnati a Pescara con il bando della Presidenza del Consiglio, nato proprio per la riqualificazione delle periferie.Un dovuto ringraziamento", conclude l'assessore, "va a chi ha reso possibile questo passo, in un momento in cui tutti sostengono che il mercato è in declino: qui ci sono opportunità e noi cercheremo di animare di eventi questo innovativo contenitore".

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top