You are here
Home > Cucina > Salvatore Lioniello, successo nazionale per il pizzaiolo col cappello

Salvatore Lioniello, successo nazionale per il pizzaiolo col cappello

17392225_10208951805697813_576789001_n

Essere profeta in patria, spesso, risulta difficile. Esserlo in un’altra regione
appare un’impresa quasi impossibile. Eppure, Salvatore Lioniello, uno dei
maestri della pizza napoletana è riuscito in entrambe le imprese. In questi
giorni, infatti, è autentico mattatore della Fiera del Levante di Bari ed insieme
a due colleghi, Raffaele Zaccariello e Vincenzo Maisto, sta “esportando” l’arte
della pizza in quel di Bari e la soddisfazione è davvero tanta: “la gioia più
grande è rendersi conto che ci sono persone che hanno fatto anche più di
cinquanta chilometri pur di venire a trovarci, qui, a Bari ed assaggiare le nostre
pizze. 

Una soddisfazione ed un’emozione enorme ed anche solo provare a descriverla a parole è davvero difficile. Ci sono state persone che sono venute anche solo per una foto, e questo mi inorgoglisce”. Restare in auge non è mai facile, ed il segreto per riuscirci probabilmente è nella ricerca continua di innovarsi e provare a stupire: “in questi giorni grazie anche al nuovo forno ovale di Sud-Forni abbiamo cominciato la degustazione della pizza diversamente napoletana. A questa nuova tipologia di forno, in effetti, manca solo la legna, ma la riuscita è la stessa di un forno a legna e inoltre in queste pizze sono state aggiunte le farine del Mulino Magri. Un’innovazione che ci permette di sorprendere e soddisfare i palati dei nostri clienti. Per non parlare dell’impasto, poi, che è assolutamente innovativo”. Un successo dopo l’altro per il pizzaiolo del cappello che, con il passare dei giorni, assume sempre più contorni nazionali

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top