Premio Antonio Alimena ad un Calabrese che si è distinto per il suo talento sia in Italia che all’estero : lo stilista di alta moda Anton Giulio Grande

 

 

IMG_3840

 

 

Si è conclusa con uno straordinario successo la quarta edizione del Premio Antonio Alimena , come da tradizione ha assegnato il suo riconoscimento con un’importante opera d’arte dell’artista cosentino Maurizio Orrico,ad un calabrese che si è distinto per il suo talento sia in Italia che all’estero : lo stilista di alta moda Anton Giulio Grande

Una manifestazione svoltasi nel Salone Quintieri del Teatro Rendano di Cosenza , dai toni eleganti e raffinati con un parterre elegante ed entusiasta , condotto con garbo e stile dalla giornalista Rosa Cardillo, arricchitosi dalle performance poetiche delle bravissime Anna Lauria e Giusy Staropoli Colafati, testimonials della poesia e narrativa calabrese , con interventi prestigiosi quali tra tutti quelli di Mario Bozzo , Presidente Fondazione Carical . Il premiato , il Maestro Anton Giulio Grande, colto e competente ha incantato il qualificato pubblico in sala col suo profondo racconto di vita , di studio, ricerca continua . Racconto impreziosito da immagini e interviste proiettate su schermo delle sue artistiche creazioni sartoriali nelle più prestigiose manifestazioni nel mondo con insert delle sue più importanti testimonials. Grande la soddisfazione della Presidente del Convegno di Cultura Maria Cristina di Savoia , la dottoressa Angela Gatto, impeccabile padrona di casa e organizzatrice perfetta della premiazione .

IMG_3837IMG_3838IMG_3839IMG_3840

Anton Giulio Grande lo stilista “ a mano libera” . Nasce a Lamezia Terme dove consegue la maturità classica presso il liceo "F. Fiorentino". Nel 1992, dopo un periodo di formazione presso il Fashion lnstitute of Tecnology della New York State University, si laurea al Polimoda di Firenze dove l’ anno successivo in occasione del ventennale, è stato premiato da Rita Levi Montalcini come miglior studente della scuola. Fresco di studi si trasferisce a Roma dove collabora prima con Patelier delle Sorelle Fontana, poi con la Maison Gattinoni. E’ del 1996 il suo esordio nell'Alta Moda con le sfilate romane sulla terrazza del Pincio. al Palazzo delle Esposizioni e sulla scalinata di Trinità dei Monti per il programma di Canale “Donna sotto le stelle". Anton Giulio diventa da subito richiestissimo nelle più prestigio se manifestazioni di moda a Montecarlo, negli Emirati Arabi, in Egitto, in Russia e naturalmente in Italia a Milano, Capri, Venezia, Ischia, luoghi che fanno da cornice alle sue creazioni con le quali in passerella è capace di esaltare le passioni, le emozioni di tutte le spettatrici e di tante dive dello Star System che adorano gli abiti Anton Giulio Grande e che lui ama vestire in tutte le occasioni importanti. Tra queste Manuela Arcuri , Anna Falchi, Valeria Marini, Alba Parietti, Nina Moric, Elenoire Casalegno, Aida Yespica, Pamela Prati, Belen Rodriguez, Ramona Badescu, Anna KanaKis, Eva Grimaldi, Elenoire Casalegno, Anna Valle, Claudia Gerini, Natasha Stefanenko, Martina Colombari, Cristina Chiabotto. Inoltre divi come Fabio Fulco, Danny Quinn, Giorgio Pasotti, Marcus Schenkenberg. E’ considerato l'erede di Gianni Versace. Un'eccellenza calabrese nel campo dell'Arte e della Moda che continua ad incassare successi e riconoscimenti E‘ stato infatti nominato membro dell'Esecutivo della Camera Nazionale della Moda Svizzera, organismo del quale fa parte anche Pierre Cardin. Un prestigioso riconoscimento, conferito solo a pochissimi italiani che si sono distinti nel campo della moda, che è stato ufficializzato nel corso della conferenza stampa di presentazione della “Fashion Week", la settimana della moda elvetica che si terrà a fine luglio a Lugano

602155_10151251581051012_2123872563_n659382656_AGGaffidato-ad-anton-giulio-grande-il-taglio-del-L-2xzIwLAGG1AGG2Agg-malta-1

Anton Giulio Grande è il creatore di moda preferito dalla statuaria Nina Moric, adorato da Aida Yespica, Anna Falchi. Ramona Badescu e Valeria Marini. continua a vestire dive, modelle, attrici di tutto il mondo, che indossano le sue incantevoli creazioni sui red carpet di tutto il pianeta. Per esempio, quest'anno al Festival del Cinema di Cannes la fascinosa Dalila di Lazzaro ha sfilato sul tappeto rosso indossando uno splendido abito bianco firmato Anton Giulio Grande: un trionfo di seta bianca, con spallina sottile merlettata e qualche piumavera ma senza eccessi. AGG ha anche collaborato con Swarovski per una sfilata d'alta moda a Roma, e dopo essere passato da Milano e Parigi a febbraio scorso è stato a San Remo con una sua vetrina al festival. Continui sono poi i viaggi che lo portano spesso a Dubai e in Cina. Sempre per lavoro. Il suo inconfondibile stile si è fatto notare anche a Montecarlo, oltre che nell’esclusiva stilata di Vaduz davanti ai Principi del Liechtesteìn. E poi c'è Lamezia, il suo scrigno incantato dove, può capitare,passeggiando per le vie del centro storico, d'incontrare attrici e dive che posano in shooting fotografici indossando alcune delle più belle creazioni del talentuoso stilista. Come è successo Io scorso anno con I’ammaliante di Demetra Hampton, che ha posato per le vie del centro, diventato per l'occasione un vero e proprio set fotografico. "Alcune mie collezioni le ho volute dedicare alla mia città — evidenzia lo stilista — per valorizzare alcune delle bellezze architettoniche presenti sul territorio. Ci sono degli scorci che sono particolarmente suggestivi. soprattutto di notte, che rendono questa città unica". Oltre all’ impegno in Svizzera, l’agenda estiva di Anton Giulio Grande e particolarmente ricca: appuntamenti . Un talentuoso calabrese che, come spesso succede, è apprezzato in tutto il mondo che nella terra che gli ha dato i natali.

altaroma_grande_1anton 2Aida3Anton-Giulio-Grande-6Anton-Giulio-Grande-Nina-Moric-3

La sua ultima collezione di Alta Moda Abiti incantevoli e soprattutto inconfondibili di un brand conosciuto e apprezzato ormai in tutto il mondo. Pizzi e ricami raffinati su abiti moderni e sensuali, rendono le sue creazioni preziose e sempre eleganti, realizzate recuperando le antiche tradizioni della sartoria calabrese che, con maestria, ha saputo esportare a livelli internazionali.

Con Nina Moric (21)Con Nina Moric (26)dalila-di-lazzaro-veste-anton-giulio-grande-s-L-RsvDI_ (1)DSC_6961Foto-Anton-Giulio-Grande-10Manuel ArcuriValeria Marini 2anton-giulio-grande-fashion-week-lugano2

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top