A Cividale del Friuli il 25 Luglio 2017 STING chiude il Mittelfest 2017 con il suo “57th& 9th” tour.

 

 

medium (1) 57thand9thtourlive1

 

 

Dopo oltre 30 anni di grande musica Sting porta a far rivivere sul palco del Mittelfest i suoi anche più recenti successi e, naturalmente, quelli dei Police, la band di avanguardia della quale fu voce e bassista dal 1977 al 1986, assieme al batterista dai ritmi africani Stewart Copeland ed al chitarrista rock, blues e bossa nova Andy Summer, dopo la parentesi con il chitarrista Henry Padovani.. Sting apre infatti il suo tour con “Synchronicity 2”, una delle opere più potenti del vecchio trio, seguita da “Spirits in the Material World”. 

Ancora e sempre con grande forza musicale, accompagnato da una band perfettamente impostata, Sting prosegue poi con i suoi successi, come “Englishman in New York” e “Fields of Gold”. Presenta quindi alcuni (5) brani del suo più recente album, appunto“57th& 9th”, celebrato dalla critica come una una svolta nel rock: non solo rock né solo jazz, ma musica di Sting! Opere come “Down, Down, Down” e “One Fine Day” si accompagnano perfettamente, per esempio, a “Message in a Bottle”, altro classico dei Police in scaletta. Uno Sting, con i suoi 65 anni, in ottima forma vocale e fisica, che usa pochi accordi ma che crea sequenze armoniche coinvolgenti: un bassista straordinario come mostra nella versione “jazzy” di “Roxanne”. Un finale di show elettrizzante, ancora con il repertorio dei Police rivisitando “Walking on the Moon”, “So Lonely” e appunto “Roxanne” del maestro Leonard Cohen. Nei bis “Next to Me” ed il maggior successo dei Police “Every Breath You Take”. A San Paolo del Brasile, qualche giorno fa, Sting ha chiuso il suo concerto con “ Fragile” dedicata al leader indigeno Raoni. Vedremo a Cividale la sua scelta, sempre sicuramente di grande significato sociale e culturale, come il Mittelfest merita!

medium

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top