Da Sant’ Agostino al web: musica e giovani in ricordo di Lino Trezza

 Lino

Lino Trezza, operaio e cantante, moriva nel novembre 2016 al Porto di Salerno schiacciato da un container: Una”storia invisibile” destinata a diventare una pagina nazionale di comunicazione, spettacolo e innovazione.

 La Campania si prepara a raccontare storie di cultura e di vita al prossimo Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”®, l’evento nazionale di cultura e spettacolo diretto e condotto da Mario Esposito in programma al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento il 28 ottobre.

Tra i tanti anche gli attori di Torre del Greco Liborio Preite ed Antonio Salvoni, reduci dal riconoscimento assegnato loro dalla FITA Campania, per tributare un omaggio speciale, tra musica e teatro, a Lino Trezza, giovane operaio e cantante salernitano, morto lo scorso anno al porto in un drammatico incidente.

ll Premio da quest’anno ricorderà Lino dedicandogli una sezione speciale “giovani e musica” con una performance affidata agli attori di Torre del Greco Liborio Preite ed Antonio Salvoni.

Salvoni-e-Preite

Liborio Preite, regista della Compagnia teatrale Media Musical ha raccontato al riguardo: “Avevo conosciuto Lino Trezza qualche anno fa, proprio in occasione delle vecchie edizioni della prestigiosa kermesse sorrentina. La sua morte misteriosa e la gioia che egli aveva in vita saranno gli ingredienti di una speciale performance che ho ideato per questa occasione. Qual è il senso della vita? Quale mistero impenetrabile si annida tra i fili del destino? A questi interrogativi, che non potranno mai avere una risposta certa, se non quella dettata dalla fede, si ispirerà il momento artistico dedicato a Lino. Un momento fatto specialmente di musica, che come insegnò Sant’Agostino, è movimento, tempo eterno, pensiero, vita nuova, silenzio, preghiera. La vita, e solo la vita, è in continua mutazione. Solo nella vita puoi partire, andare, viaggiare, arrivare. Ma nella immutabile ed eterna beatitudine non vi sono né partenze né arrivi”. Una delle (purtroppo) tante “storie invisibili” italiane, attraverso il Premio “Penisola Sorrentina”, diventerà così una pagina nazionale di comunicazione e spettacolo. A Lino Trezza da quest’anno è, infatti, dedicata la sezione speciale giovani del prestigioso riconoscimento, che annualmente viene assegnato ad attori, registi, giornalisti, conduttori televisivi e cantautori. “Lino continuerà a vivere nella musica, che egli amava, e in mezzo ai giovani, che a partire da questa edizione saranno i destinatari del premio speciale e gli spettatori privilegaiati di questo momento di aggregazione. La vita terrena di Lino, drammaticamente spezzata, continuerà quindi attraverso un messaggio di gioia collettiva. Oltre il senso filosofico ed affettivo di un ricordo, questa sezione apporta, in generale, un segnale forte di innovazione all’interno del Premio “Penisola Sorrentina”, destinato a protagonisti nazionali della comunicaizone e dello spettacolo. In tal modo il Premio apre anche una finestra ai gusti, alle tendenze dei giovani, principali consumatori di musica, soprattutto attraverso il web ”, ha spiegato Massimo Marramao, manager e produttore musicale, componente della giuria tecnica della kermesse.

 

BY MARIO ESPOSITO 

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top