L’ assessore regionale Matera commenta l’importanza del Premio Penisola Sorrentina

 Corrado Matera, assessore regionale allo sviluppo e alla promozione del turismo, ha firmato la prefazione dell’annuario dei premiati 2017, edito dal Simposio delle Muse per la ventiduesima edizione del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”.

Corrado Matera

Corrado Matera

 

L’iniziativa, diretta e condotta dal giornalista Mario Esposito, è tra gli appuntamenti rappresentativi del cartello nazionale di eventi inseriti e finanziati dalla Regione Campania nell’ambito della programmazione POC 2014-2020. A coordinare la regia del progetto è stata l’amministrazione comunale di Piano di Sorrento.

Oltre le dichiarazioni positive espresse dal Sottosegretario al turismo e beni culturali Dorina Bianchi, la partecipazione all’evento del Direttore generale per le Politiche culturali ed il Turismo della Regione Campania, Rosanna Romano, la galleria istituzionale del Premio si arricchisce delle riflessioni provenienti direttamente da Palazzo Santa Lucia.

Il responsabile della delega al turismo nella giunta De Luca infatti così afferma:

“Il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito quest’anno celebra la ventiduesima edizione, forte di una tradizione ormai riconosciuta. Il suo prestigioso palcoscenico premia attori, protagonisti e interpreti culturali, ma anche progetti, festival, spettacoli”.

L’evento nazionale (che a Piano di Sorrento ha visto protagonisti ospiti prestigiosi come Giancarlo Magalli, Lino Guanciale, Barbara De Rossi, gli Audio 2, Eugenio Bennato, Francesca Cavallin, Francesco Pinto e il Governatore della Liguria Giovanni Toti) è stato concepito come una Esposizione Campana delle culture in cui progetti culturali, anche di altre regioni italiane, trovano occasione di promozione e spettacolarizzazione.

Proprio su questo aspetto pone l’accento l’Assessore regionale Corrado Matera:

“Nell’ottica di valorizzazione della Campania come centro di convergenze turistico-culturali risiede un ulteriore punto di forza del Premio: la collaborazione con i piccoli comuni della Basilicata in vista dell’appuntamento di Matera2019 Capitale Europea della Cultura e il gemellaggio culturale con la Liguria, in un ponte ideale tra Nord e Sud, che rinforza per questa edizione i rapporti di scambio cuturale avviati dal 2004, quando l’Italia espresse la propria Capitale Europea della Cultura con Genova. Il Premio Penisola Sorrentina conferma pertanto un suo rilievo nazionale, in grado di intercettare anche occasioniprovenienti da contesti culturali di respiro internazionale”.

Dopo il grande successo di pubblico e di critica raggiunto ed i risultati conseguiti in termini di impatto territoriale, il direttore del Premio Mario Esposito si dichiara soddisfatto e pronto a nuove sfide: “già a partire dal giorno successivo alla premiazione si è messa da subito in moto la macchina organizzativa della ventitreesima edizione 2018. Confidiamo nella sinergia con il territorio per costruire un’offerta culturale attrattiva e destagionalizzata di livello nazionale, da presentare anche ai prossimi appuntamenti fieristici del settore”. Del resto è lo stesso Assessore Matera ad evidenziare l’importanza di una iniziativa culturale come il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” per valorizzare e sviluppare le potenzialità turistico-territoriali di Piano di Sorrento: “Così si promuovono modelli innovativi di sviluppo locale volti a salvaguardare e valorizzare le risorse culturali, qualificando l’accoglienza con il potenziamento dei servizi e delle attività che possono attrarre i viaggiatori durante tutto l’anno”.

 

 

BY MARIO ESPOSITO

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *