Lo stilista Anton Giulio Grande in occasione della Notte Nazionale del Liceo Classico sarà presente all’istituto “Francesco Fiorentino” di Lamezia Terme

 

 

Tra le edizioni passate del Liceo Fiorentino ricordiamo, Roberto Vecchioni che ha regalato una serata densa di emozioni ed una apprezzata lezione di civiltà e cultura, non solo classica.

 

 

 

e una grande bellezza si mostra.  Fin dal mondo antico alla Luna (Selene) è associata la figura femminile, a volte violata, denigrata, ma anche osannata, celebrata.  

 

Ritorna venerdì 12 gennaio 2018, dalle ore 18 alle ore 24, la quarta edizione de La Notte dei Licei Classici e lo storico Liceo Classico F. Fiorentino continua ad essere in prima fila. Quasi 400 i licei classici di tutta Italia che hanno aderito alla manifestazione, migliaia tra dirigenti, docenti, alunni saranno coinvolti nelle più svariate attività che mettono in luce la creatività giovanile.

 

Ritorna venerdì 12 gennaio 2018, dalle ore 18 alle ore 24, la quarta edizione de La Notte dei Licei Classici e lo storico Liceo Classico F. Fiorentino continua ad essere in prima fila. Quasi 400 i licei classici di tutta Italia che hanno aderito alla manifestazione, migliaia tra dirigenti, docenti, alunni saranno coinvolti nelle più svariate attività che mettono in luce la creatività giovanile.

L'ode di Selene dello pseudo Omero è il testo antico di questa edizione che sarà declamato in contemporanea in tutti i licei che hanno aderito all'iniziativa. E, proprio dall'ode è tratto il titolo dell'evento lametino: ...e una grande bellezza si mostra.  Fin dal mondo antico alla Luna (Selene) è associata la figura femminile, a volte violata, denigrata, ma anche osannata, celebrata.  

  Proprio per rimarcare questa accezione si è voluto come testimonial della serata il noto stilista Antongiulio Grande, quindi, il Liceo Classico Fiorentino, vedrà il ritorno dello stilista Anton Giulio Grande  , che ha frequentato il liceo negli anni '90 e proprio nel 2017 ha festeggiato i 20 anni di carriera. Lo stilista ci aiuterà a cogliere anche un altro aspetto della donna nel tempo: la operosità, la capacità tecnico-manuale  tutta al femminile che tanto rende preziose le creazioni dello stilista.  Questa laboriosità ha retto per secoli la struttura familiare e sociale del nostro territorio, anche nei momenti più tristi della storia dell'economia calabrese.  L'incontro, tra Anton Giulio Grande e gli studenti, sarà preceduto da un intervento musicale dell'orchestra della scuola media Ardito-don Bosco  diretta dal M° Alfredo Morello, docente di pianoforte, e preparata dal M° Vincenzo Virgillo, docente di clarinetto,  dal M° Maria Mattea Pagani docente di violino e dal M° Raffaele Procopio docente di tromba. Gli studenti del liceo saranno animatori dei vari laboratori, e, in particolare, il laboratorio astronomico ci offrirà uno spettacolare momento di osservazione della Luna. Infine, gli studenti del liceo artistico parteciperanno con propri contributi al tema dell'evento.

 L’iniziativa è nata da un’idea di Rocco Schembra, docente di Latino e Greco al liceo classico «Gulli e Pennisi» di Acireale ed è patrocinata dal Ministero dell’Istruzione, nell’ambito delle azioni organizzate dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione a sostegno degli studi classici e umanistici. .

PH: Arianna e Annalisa Bonafede

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *