Giugliano in Campania : Premio alla Carriera ad Angelo Iannelli, come Pulcinella della legalita’ , per il suo impegno culturale e sociale

Nella biblioteca comunale di Giugliano in Campania si è svolta la I Edizione del Premio Letterario” Uniti Per la Legalità” Ideato e organizzato da Francesco Gemito , poeta e scrittore.

 Il premio ha ricordato tanti esempi di legalità come i giudici: Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Don Peppe Diana Parroco di Casal Di Principe ucciso dalla camorra, Gelsomina Verde torturata e uccisa dalla faida di Scampia, il carabiniere ucciso a Marano Salvatore Nuvoletta in un agguato di camorra, Mena Morlando, uccisa da un proiettile vagante durante un conflitto a fuoco tra clan rivali e la piccola Fortuna Loffredo vittima di un maniaco al Parco Verde di Caivano

Alla manifestazione erano presenti il Sindaco di Giugliano Antonio Poziello e tantissime personalità della chiesa , dell’arma dei carabinieri, della Polizia di Stato, Esercito italiano oltre ai vari scrittori e poeti presenti per la premiazione. La kermesse è stata aperta con una performance toccante e ricca di pathos dall’attore Angelo Iannelli , che indossato il camicione bianco e la maschera nera di pulcinella , ha ricordato alla sua maniera il termine legalità, soffermandosi sull’importanza del rispetto e del dialogo in famiglia ,purtroppo la carenza dei sani valori in questa società origina difficoltà . Sottolineando che la Chiesa,le Istituzioni , lo Stato e le Scuole devono essere unite, solo così si potrà vincere la battaglia contro l’illegalità.

Tra scoscianti applausi Angelo Iannelli è stato premiato dai presentatori: Ida Piccolo e Francesco Gemito ,con la seguente motivazione” Premio alla carriera al Pulcinella della legalita’ , per il suo impegno culturale e sociale ” . L’artista commosso, ha ringraziato il numeroso pubblico e tutta l’organizzazione per il prestigioso riconoscimento che glorifica il precedente riconoscimento sul tema legalità al Parco Verde di Caivano nella Chiesa di Don Maurizio Patriciello a premiarlo il Questore della Polizia Marino e il dirigente scolastico IC3 Bartolomeo Perna per l'impegno con gli studenti sul problema terra dei fuochi.

 

 

 

 

 

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top