Al GAM la mostra “Boldini. Ritratto di signora” dal 16 marzo.

E’ con la mostra dedicata a Giovanni Boldini che la Galleria di Arte Moderna di Milano (GAM) inaugura il programma dedicato alle esposizioni nel 2018.

La mostra “Boldini. Ritratto di signora” si avvia il 16 marzo e sarà visitabile fino al 17 giugno prossimo. La mostra è stata sostenuta e nasce dalla collaborazione tra il Comune di Milano – Polo di Arte Moderna e Contemporanea ed il Museo Giovanni Boldini – Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara.

Boldini_Treccia_bionda.
Il percorso espositivo prodotto da tale duplice partecipazione vede offrire ai visitatori la possibilità di ammirare ca 40 stupende opere tra dipinti, pastelli, disegni e incisioni, che ritraggono le donne più in voga della Parigi di fine Ottocento, impresse sulle tele dalle sapienti mani del pittore ferrarese Giovanni Boldini, che le ha così consegnate all'immortalità mantenendo inalterato il fascino, l’eleganza e la vanità di queste “femme” della Belle Epoque.

Il giovane Boldini talentuoso pittore italiano si mette in luce per le sue capacità pittoriche che già a soli 16 anni lo portano ad essere in grado di riprodurre diversi dipinti di Raffaello. Perfeziona la tecnica attraverso i corsi di pittura di Girolamo Domenichini, ma è la frequentazione del celebre Caffè Michelangelo di Firenze che sarà per lui il momento clou per il suo percorso artistico, che lo porta ad incontrare i pittori della scuola dei macchiaioli.

Giovanni-Boldini-Ritratto
Nel 1867 Boldini si trasferisce a Parigi dove conosce tra l’altro gli impressionisti Manet e Degas. Un breve passaggio in Inghilterra, a Londra, per poi tornare definitivamente a Parigi dove diviene un artista affermato e conteso dalle aristocratiche nobildonne dell’epoca che, oltre a posare per lui, spesso ne diventano anche amanti. Nel 1919 è fregiato dell’onorificenza della Légion d’honneur e del titolo di grande ufficiale della Corona d’Italia.

Boldini nella storia dell’arte italiana è stato senz'altro fonte di ispirazione per gli artisti futuristi che ne hanno seguito la metodica e lo stile delle eleganti e riconoscibili pennellate.

(articolo di Ester Campese)

 

 

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top