You are here
Home > Moda > L’architetto e designer Hussain Harba special guest della Torino Fashion Week con le borse icona Mini-Home e con un’installazione artistica

L’architetto e designer Hussain Harba special guest della Torino Fashion Week con le borse icona Mini-Home e con un’installazione artistica

 

Si chiama Mini-Home ed è la capsule collection di borse firmata dall’architetto e designer iracheno Hussain Harba insieme con la figlia Alia che verrà presentata in anteprima alla Torino Fashion Week la sera del 27 giugno. Le mini bags disegnate per la settimana della moda torinese hanno il manico studiato dall’architetto e prodotto in diversi materiali; anch’esso, come le borse, è registrato presso l’Euipo (European Union Intellectual Property Office).

Special guest della serata, Hussain Harba vanta una lunga esperienza nel campo della progettazione e della realizzazione di art objects in edizione limitata, composta per lo più da pezzi unici, di gioielli di lusso dall’allure unica e di accessori moda che sono un must have per le trend setter più note.

Definite dai fashion influencer delle opere che coniugano arte, moda e design, le borse sono realizzate in pitone, struzzo o coccodrillo: texture lussuose che le rendono morbide, pregiate e capaci di enfatizzare la luminosità delle diverse colorazioni. Rigorosamente Made in Italy, le bags di questa collezione indagano tutta la palette cromatica e spaziano dal vitaminico verde mela al giallo fluo sino al mix di marrone, fuxia, turchese, giallo e arancione in un arcobaleno unico e davvero chic. Dotate di tracolla rifinita a mano, sono realizzate artigianalmente in tiratura limitata. Il nome, Mini-Home, vuole rendere omaggio alla casa intesa come simbolo di sicurezza che cela e custodisce il mondo di ognuno di noi. Con queste bags ogni donna porta infatti con sé il proprio universo personale, racchiuso in un accessorio fashion che coniuga charme ed eleganza, lusso e praticità. Ogni dettaglio, dalla scelta del pellame alla cromia passando per la pochette porta cellulare applicata esternamente e removibile, è frutto della sintesi di design, architettura e arte. Secondo Harba ciascun oggetto, per cui anche la borsa, è un manufatto che nasce dalla sensibilità dell’essere umano perché è il pensiero che si cela dietro all’atto creativo, il delta che fa la differenza e che distingue un prodotto seriale  da uno iconico e originale.

Vere opere d’arte da indossare, le Mini-Home sono customizzate e quindi tutte diverse tra loro così da rispecchiare la personalità di ogni donna. Raffinate e grintose, si declinano perfettamente dall’alba al tramonto e sono ideali sia per la business woman sia per chi le vuole indossare ad un party. Non stupisce quindi che siano molte le fashion addicted che le hanno già richieste. Le celeb che il 27 giugno presenteranno le sue borse alla Torino Fashion Week, che si tiene alla ex Borsa valori di via San Francesco da Paola n. 28 dal 27 giugno al 3 luglio (per informazioni www.tfwofficial.com), sono la show girl Elena Barolo e l’attrice, cantante e performer Linda Messerklinger.

Non solo protagonista sul catwalk, alla Torino Fashion Week il Dottor e Architetto Harba firma un’installazione artistica che rimane esposta negli spazi della Ex Borsa Valori per tutta la durata della settimana della moda (27 giugno-3 luglio). Si tratta di Past And future, un trono alto oltre 2 metri che coniuga la storia e la tradizione di un materiale nobile e antico come il legno con l’innovazione e la modernità del plexiglas. L’opera vuole essere un monito a guardare al presente e al domani senza dimenticare le radici culturali e storiche e facendo della trasparenza uno stile di vita.

Hussain Harba

Nato in Iraq, a Babilonia, culla della storia e dell’architettura più antica. Cresciuto con uno spiccato senso estetico e con l’amore per il bello, da sempre è un attento osservatore della natura, che lo affascina per l’armonia delle forme e dei colori. La forza magnetica di quei luoghi non lo ha mai abbandonato ed è presente negli oggetti di design che portano la sua firma. A 18 anni si è trasferito in Italia per frequentare prima l’Università di Perugia e successivamente la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Dopo la laurea ha lavorato nell’ambito della progettazione e nel 1997 ha fondato La TriArt Pubblicità che firma manufatti di design per famosi brand italiani e internazionali quali Jose Cuervo, Carlsberg, F.lli Gancia, Cinzano. Nel 2001 il suo studio è stato insignito del premio “Italia che lavora” per la costante ricerca nell’ambito del design applicato alla realizzazione di oggetti. Considerato a pieno titolo un artista contemporaneo, il Dott. Architetto Harba coniuga la funzionalità del manufatto con la creatività e lo esalta attraverso la scelta cromatica. Secondo lui, infatti, il colore è la primavera del design. Curioso di indole e con un animo da eterno fanciullino che si stupisce di fronte al bello, ha disegnato il suo studio secondo il proprio stile. Uno stile che è un’esplosione di cromie apparentemente in contrasto tra loro e che, insieme, creano un’armonia elegante e gioisa. Per questa ragione un esperto di design americano, ha definito la sede de La TriArt Pubblicità la più happy e colorata del mondo.

Creazioni di arte e design

Le sue creazioni, anche quelle su commissione, non sono semplici prodotti ma il frutto dello studio, della progettazione e della precisione uniti alla passione per il bello e alla capacità di emozionarsi e di emozionare. Il Dott. Architetto Hussain Harba firma gioielli di lusso che uniscono la ricerca estetica alla scelta dei materiali pregiati, ma anche art objects di uso quotidiano come la tazza Neshua, il cui nome significa goditi il momento. Realizzata in tre versioni – interno in oro e piattino in platino, oro per entrambi e platino per tutti e due – ha un manico sui due lati che permette la presa con le cinque dita come in un abbraccio e consente di percepire meglio la sensazione del caldo e del freddo. Il designer, che è soprattutto un artista, progetta componenti d’arredo dalle forme innovative e dai colori accesi nei quali i materiali hanno un ruolo fondamentale. Celebri i divani e soprattutto le poltrone dalla spalliera a semicerchio sbilanciato nei colori oro e argento, così come quelle realizzate in cavallino o in pelle bovina naturale o ancora con una texture che ricorda le foglie autunnali e i braccioli in legno che richiamano i tronchi degli alberi. I suoi modelli, unici o in serie limitata e numerata, sono registrati presso l’Euipo (European Union Intellectual Property Office). A conferma della qualità superiore del suo lavoro il designer iracheno, torinese per scelta, nel 2017 ha stretto una collaborazione con la storica azienda Poltronova di Firenze che ha prodotto una limited edition di 24 poltrone Joe intitolata “Bloom”. Registrate e numerate, le poltrone sono un omaggio a quella che era stata realizzata nel 1971 dagli architetti Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi per celebrare il campione di baseball Joe di Maggio. Questo intervento su un oggetto storico del design internazionale pare essere il primo e unico mai realizzato.

Hussain Harba Corso Guglielmo Marconi, 20 – 10126 Torinoinfo@harba-designer.com Tel. 011 6670500 – www.harba-designer.com – info@harba-designer.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top