Hajar Bellari, la giovane Modella al Meeting del mare, Testimonial del brand Keos Collection


Nella splendida cornice della XXI Edizione del Meeting del Mare, svoltosi a Crotone sabato 4 agosto 2018, la Fashion Designer Aurora Karuso, ha presentato gli abiti della sua nuova collezione autunno/inverno 2019 “Zahira”, ispirata alla cultura araba in Sicilia.

Tra musiche e colori, gli abiti in passerella hanno creato una particolare atmosfera grazie anche alla partecipazione dell’emergente modella Hajar Bellari, che con i sui affascinanti lineamenti mediterranei è stata testimonial del brand.

La stilista messinese Aurora Karuso, che da anni vive e lavora a Milano, titolare del marchio “Keos Collection”, originaria di Messina, ha l’obiettivo di trasformare in chiave moderna quelle che sono le radici della sua terra. Le sue lavorazioni artigianali di pizzi, ricami, pitture e stampe su stoffa rendono le sue collezioni uniche e di gran pregio nel panorama dell’Alta Moda Made in Italy.

A presentare la kermesse, svoltasi sul lungomare della cittadina calabrese, organizzata dal patron Gino Foglia e patrocinata da MIBACT, Regione Calabria, Comune di Crotone, sono stati Massimo Proietto e Roberta Morise. Durante la serata, scandita da prestigiosi riconoscimenti a personaggi che si sono distinti in ambito scientifico, artistico, sociale e professionale e dalla presenza sul palco di tanti ospiti, hanno sfilato, con un momento artistico di alto livello, gli splendidi abiti di Keos Collection, “il nuovo mood che diventa moda”, disegnati e realizzati dalla stilista messinese Aurora Karuso, tra i nuovi talenti dell’Alta Moda a Milano.

Il brand Keos Collection nasce dal desiderio della Fashion Designer di rievocare la tradizione delle culture mediterranee che si sono radicate nei secoli in Sicilia, attraverso le loro dominazioni. Il suo stile si basa sull’artigianalità del prodotto e affonda le sue radici nella conoscenza della manifattura appartenente alla tradizione, facendo leva sulla preziosità dell’handmade. La nuova collezione “Zahira” autunno/inverno 2019 trae ispirazione dall’architettura, dalle coltivazioni e dai toponimi, introdotti dagli Arabi, per i quali la Sicilia è famosa nel mondo.

Una sintesi di tali peculiarità si concentra nel palazzo della Zisa (La Splendida) a Palermo, dedicato alla donna del Sultano, in cui l’acqua è elemento principale della sala del trono e dei giardini di arance che circondano l’edificio, irrigati da una sorgente. Un altro aspetto tangibile di questa tradizione è la numerosa presenza di palme nel territorio siciliano e di piante di gelsomino, simbolo dell’estate siciliana per il suo delicato profumo nei giardini, nei cortili e nelle terrazze assolate dell’Isola. A questi, si aggiungono i decori dei pavimenti orientali spesso lavorati in mosaici e le pitture attribuite ad artisti arabi, portati dall’Egitto da Ruggero II, eseguite in luccicanti colori quali il rosso, il marrone, il porpora, l’azzurro, il verde, il bianco e l’oro.

Ph Giuseppe Russo:



Share Button

Similar Articles

Lascia un commento

Top