Intervista all’ attrice e modella internazionale Stefania Visconti

Di Laura Gorini.-



Carismatica, affascinante e ricca di magnetismo e di fascino. La modella e attrice di fama internazionale Stefania Visconti, apparsa anche in svariati videoclip musicali tra cui quello dello splendido brano dei Pooh “Pierre”, ci racconta dei suoi esordi e del suo ultimo viaggio in America.

credito foto Bradford Rogne

Chi è oggi Stefania Visconti?

Stefania oggi è una persona determinata, con un buon equilibrio interiore raggiunto in anni di fatica e superando molti ostacoli. Ho una grande consapevolezza delle mie capacità e dei miei limiti. Posso dire di essere serena e di vivere una vita appagante che mi regala soddisfazioni ogni giorno.

Come è quando è avvenuto il tuo debutto nel mondo dello spettacolo?

Mi sono avvicinata allo spettacolo con il teatro che ha rappresentato la mia prima grande sfida. Era un territorio per me sconosciuto e le mie emozioni si alternavano vertiginosamente passando da gioie a paure e da entusiasmo a frustrazione. Tutto questo l'ho vissuto intensamente ed ho capito subito che era quello che avrei voluto fare nella mia vita.

Sono passati diversi anni da quel giorno... Credi che oggigiorno saresti riuscita comunque e a debuttare?

Onestamente non saprei. A volte sono molto istintiva e mi butto a capofitto nelle cose quindi non posso dire se avrei avuto la stessa consapevolezza e fortuna oggi. Con il teatro è stato un incontro scontro che mi ha dato tanto in termini di esperienza e coraggio.

Come è cambiato nel corso del tempo il tuo approccio con il Mondo dello Spettacolo?

Ho maturato una familiarità e conoscenza dei vari ambienti dello spettacolo col tempo. All'inizio prendevo tutto con un atteggiamento carico di aspettative e di ingenuità, adesso invece prima di fare una cosa rifletto molto a lungo e cerco di valutarne i pro e i contro. E soprattutto cerco di capire quanto un lavoro artistico possa collimare con le mie caratteristiche.

Tu viaggi molto per lavoro? Che cosa significa viaggiare per te?

Il viaggio rappresenta da sempre la metafora della vita e per me viaggiare è fondamentale per arricchire minuziosamente il mio essere e crescere interiormente. Vedere nuovi posti e culture mi stimola molto nella mia creatività artistica e nello sviluppo di idee e progetti

Stefania, a proposito di viaggi: quest'estate hai fatto un bellissimo viaggo in America... Ce ne vuoi parlare?

Sono stata in California dove ho avuto l'immenso piacere di posare come modella per un grande fotografo, quale Bradford Rogne, che lavora da molti anni sulla scena hollywoodiana sia nel Cinema che nella Televisione. E' stata indubbiamente un' esperienza bellissima.

Hai riscontrato molte differenze tra lo stile di lavoro del fotografo statunitense Bradford Rogne e i suoi colleghi italiani?

Bradford Rogne è un fotografo che lavora a Hollywood da tanto tempo con un notevole curriculum e che ha immortalato attori del calibro di Charlize Theron, Will Smith e Morgan Freeman, solo per citarne alcuni. La sua ricerca si basa su uno stile molto professionale e decisamente minuzioso. Il suo sguardo dietro l'obiettivo cerca di scovare emozioni ed espressioni che risaltino le capacità attoriali di un' artista. Quindi la preparazione allo shooting e la sua realizzazione danno l'idea di uno spettacolo e la conseguente "entrata in scena". In questo c'è molta differenza con i fotografi italiani che hanno sicuramente uno stile diverso anche se alcuni dei quali non sono certamente meno bravi. Diciamo che posare in America e soprattutto in uno studio di Hollywood ha sicuramente un grande fascino. Si respira il Cinema e lo spettacolo in maniera molto ma molto intensa.

A proposito di Cinema, hai preso parte ad altri film recentemente?

Sì, ho partecipato ad un film indiano girato a Roma ed è stata una bella esperienza perché ho potuto vedere anche un tipo di impostazione diversa al lavoro.

Tornando sul discorso America, loro -si sa. sono molto più “evoluti” cinematograficamente parlando. Personalmente in quale genere di film americano ti piacerebbe recitare?

Il Cinema americano ma anche le serie televisive sono decisamente ben fatte e sarebbe un'occasione indescrivibile riuscire a prenderne parte con un ruolo. Mi piacciono molto i thriller e le commedie.

La tua carriera in linea generale come procede?

La mia carriera procede bene anche se sono in una fase riflessiva perché vorrei provare a sperimentare le mie capacità anche in altre forme artistiche che non siano solo la recitazione e la fotografia.Sii sincera: di fare un programma, o una rubrica, sulla cucina tipica romana, essendo da anni romana di adozione, ci hai mai pensato? Sì, è un'idea che ho preso in considerazione spesso perché anche se non sembra sono un'ottima forchetta. Adoro la cucina tipica romana che racchiude in se uno stile di vita e un modo di essere ben definito. I piatti capitolini sono uno dei punti cardine della romanità.

Hai qualche nuovo progetto tra le mani?

Sto per realizzare uno spot che mi vedrà protagonista. Poi sono impegnata anche in delle performance per alcuni festival d'arte.

Sii sincera: di fare un programma, o una rubrica, sulla cucina tipica romana, essendo da anni romana di adozione, ci hai mai pensato?

Sì, è un'idea che ho preso in considerazione spesso perché anche se non sembra sono un'ottima forchetta. Adoro la cucina tipica romana che racchiude in se uno stile di vita e un modo di essere ben definito. I piatti capitolini sono uno dei punti cardine della romanità.

credito foto Bradford Rogne

E ora che cosa si augura di ottenere Stefania Visconti?

Mi auguro di poter raggiungere alcuni traguardi che mi sono prefissata per un futuro prossimo.



Share Button

Lascia un commento

Top