Premio Nazionale Pratola a Marcello Sorgi e Giulia Di Quilio






Il riconoscimento va anche al regista Claudio Di Scanno, al neurochirurgo Gaetano Liberti, al musicista Francesco Mammola e al soprano Chiara Tarquini

Giunto alla VIII Edizione, il Premio Nazionale Pratola 2019 conferma anche quest’anno la qualità della manifestazione, con ospiti prestigiosi e un nuovo format che prevede un doppio appuntamento. Quello del 22 maggio che vedrà tra i premiati il giornalista e scrittore Marcello Sorgi Premio speciale (direttore Alessio Falconio di origini Abruzzese)

Un’edizione estiva che punterà su un programma più snello e coinvolgerà altri paesi del territorio peligno. In questa VIII Edizione, oltre a Sorgi, editorialista de “La Stampa” di Torino, gia' direttore del Tg1 e del Gr Rai, a ricevere il riconoscimento saranno, l’attrice Giulia Di Quilio, tra i suoi film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino, il regista Claudio Di Scanno, il neurochirurgo Gaetano Liberti, il musicista Francesco Mammola, il soprano Chiara Tarquini.

Gaetano Liberti Neurochirurgo

Mercoledì 22 maggio dalle Ore 17.00, la manifestazione sarà ospitata in una location insolita, ma di sicuro effetto, la struttura Mercato Centrale di Pratola Peligna. Interverranno: Carlo Verna (Pres. Naz.le O.d.G.), Nicola Marini (Esecutivo Naz.le O.d.G.), Stefano Pallotta (Pres. O.d.G. d'Abruzzo) e Autorita' e rappresentati delle Istituzioni. Il giovane ma già prestigioso Premio si conferma come una delle manifestazioni più importanti in Abruzzo, con ospiti e significative personalità del panorama italiano. L’iniziativa organizzata dai giornalisti Ennio Bellucci e Pierpaolo Bellucci e dall’Associazione Futile Utile, è articolata in diverse sezioni. Da un lato si intende premiare le eccellenze “locali”, del territorio abruzzese, valorizzando anche i prodotti tipici regionali, con riconoscimenti in differenti campi che spaziano dalla cultura, passando per l’economia, fino allo sport. Dall’altro lato, con la Sezione Premi Speciali, viene attribuito un riconoscimento a personaggi che in ambito nazionale si sono distinti nella loro carriera e rappresentano un punto di riferimento nel proprio lavoro.

Nelle sette edizioni precedenti il riconoscimento è stato attribuito, tra gli altri, a personalità come: Sergio Zavoli, Gianni Letta, Giovanni Legnini, Oliviero Beha, Riccardo Cucchi, Gian Antonio Stella, Arrigo Sacchi, Dacia Maraini, Angelo Figorilli, Gabriele Gravina, Franz Di Cioccio, Gabriele Cirilli, Santino Spinelli, Italo Picini, Luigi Carrozza, Carlo Paris, Paolo Assogna, Luigi Di Biagio, Cesare Ranieri, S.E. Mons. Angelo Spina, Lino Guanciale, Luciano Fontana, Davide Cassani, Valter Santilli, Salvatore Cieri, S.E. Monsignor Giuseppe Molinari, Maurizio Gentile, Ferruccio De Bortoli, Edoardo Siravo, Stefano Pallotta, Mauro Vegni, Dante Marianacci. Anche quest’anno il Premio Nazionale Pratola sarà al centro dell’attenzione dei media nazionali, con l’intento di travalicare i confini territoriali e valorizzare, in termini positivi e propositivi, l’Abruzzo con le sue eccellenze.






Share Button

Similar Articles

Top