TUTTO ESAURITO PER IL FESTIVAL DELLA COMICITA’






Il MakkeTiRidi conquista il pubblico e la giuria di esperti capitanata da Janet De Nardis e Antonio Giuliani, insieme a Cinzia Terlizi, Marco Falaguasta e Carmine Faraco.

Tutto esaurito per la finalissima del Festival Nazionale della comicità del Makkekomiko – il MAKKETTIRIDI - che si è svolto lunedì 10 giugno presso il Teatro Vittoria di Roma.

A sfidarsi sono stati dodici comici: Giovanni Celani, Luca Proietti, Pierpaolo Mastroianni, Lucia Arrigoni, Alfredo Pezzella, Edoardo Licata, Mariangela Calia, Cesare Ceccolongo, Vittoria Cipriani, Mauro Mammarella, Giulio Cirulli, Ivan Peretto, che dopo aver superato i quattro giorni di selezioni all'Accento Teatro, tra più di quaranta artisti della risata, provenienti da tutta Italia, si sono esibiti nella performance finale con il loro pezzo migliore.

Nella serata condotta da Alessandro Mancini, fondatore e Direttore Artistico del festival e del Makkekomiko, il laboratorio di scrittura per soli professionisti, sono stati assegnati premi alla carriera a comici che si sono distinti per le loro qualità e per il loro inpegno nel campo artistico. Tra loro Antonio Giuliani e Marco Falaguasta.

Non sono mancate le esibizioni dei comici professionisti come Sergio Viglianese, Marco Passiglia, Angela De Prisco, Carmine Faraco, Oscar Biglia, Antonio Catalano, Gianluca Giugliarelli, Enrico Seminara e Claudio Sciara.

Una giuria presieduta dalla giornalista Janet De Nardis (quest’anno anche direttore creativo del festival) ha decretato il vincitore, cercando tra i partecipanti originalità, creatività, coerenza e uno stile unico. A trionfare portandosi a casa il "primo premio giuria tecnica" è stata Lucia Arrigoni una giovane comica di Belluno. Il secondo premio, "voto del pubblico" è andato ad Edoardo Licata, il terzo premio, "giovane promessa" è stato assegnato a Mauro Mammarella, mentre il quarto ed ultimo premio, "miglior testo" se l'è aggiudicato Mariangela Calia di Altamura. Il Festival Nazionale della Comicità, il MakkeTiRidi, vuole essere un punto di riferimento della comicità italiana, scoprendo e valorizzando giovani talenti che dimostrino non solo le proprie capacità nel coinvolgere e nel divertire il pubblico, ma anche l’attitudine alla disciplina e allo studio che sono alla base di una comicità pulita e originale.





Share Button

Similar Articles

Top