Gianni e Luana insieme a New York per la maratona delle maratone



Due stili di vita diversi due obiettivi diversi, ma un motto condiviso “chi l’avrebbe mai detto?!”, il prossimo 3 novembre porteranno un po’ di Ischia nella grande Mela.

Due stili di vita diversi due obiettivi diversi, ma un motto condiviso “chi l’avrebbe mai detto?!”, il prossimo 3 novembre porteranno un po’ di Ischia nella grande Mela.

Luana Pezzuto Gianni SAsso Ischia Mezza Maratona Pescara

42.195 metri attraverso i cinque grandi distretti della grande mela, è la maratona più partecipata al mondo, è la maratona di New York e vedrà, il prossimo 3 novembre, due ischitani prendere parte a questo grande evento.

Sono il campione paralimpico Gianni Sasso e la marketing manager del Sorriso Resort, Luana Pezzuto. Due stili di vita diversi, due obiettivi diversi, ma un motto condiviso “chi l’avrebbe mai detto?!”. Da sette mesi si allenano insieme per le strade dell’isola. All’alba, di notte, al mattino, ogni momento è buono per sfidare i propri limiti. Perché sì, prima di tutto, è una sfida contro se stessi e poi con il taglio di un traguardo che rappresenta l’inizio di un nuovo modo di approcciarsi alla vita. «L’idea di partecipare alla maratona di New York, – ci racconta Luana – nasce come sfida contro me stessa per dare una regolata alla mia vita frenetica. Ho sempre ammirato la carriera sportiva di Gianni Sasso e una sera a cena gli ho confessato che non avevo mai considerato la corsa come sport perché la mia vita è già una corsa continua, estenuante e spesso stressante. Gianni mi ha invitato ad allenarmi con lui, facendomi godere dei benefici dello sport all’aria aperta che poi si sono riversati positivamente sul mio quotidiano. E oggi abbiamo questo grande traguardo: la maratona delle maratone, New York”

Gli allenamenti di Luana e Gianni sono diventati sempre più intensivi: 6 giorni a settimana per 7 mesi, un’alimentazione controllata e un cambio di stile di vita necessario: « La preparazione, la concentrazione e la determinazione a raggiungere il nostro obiettivo, grazie al supporto motivazionale di Gianni, mi hanno completamente cambiata. Mi sono messa a dura prova ed ho imparato a rinunciare e liberarmi del superfluo.». Di quello che sarà la maratona di New York Luana non vuole pensarci: «Calcolo fin troppo la mia vita che quel giorno voglio viverlo come una grande sorpresa. E’ la regina delle maratone e voglio che mi sorprenda».

Ha lo sguardo fiero Gianni, lui che di limiti ne ha abbattuti tantissimi. Guarda Luana con ammirazione: è lei l’obiettivo nell’obiettivo: prepararsi a raggiungere l’ultimo record della sua carriera sportiva. «Per me – ci racconta – è la seconda partecipazione alla maratona di New York. Nel 2008 ho tagliato il traguardo in 5 ore e 05 conquistando il record del mondo. Quest’anno parteciperò per motivi di lavoro poiché sono stato ingaggiato come marathon trainer e coach motivazionale dall’organizzazione di Roberto Cerè, business e mental coach nonchè autore di diversi best seller che opera a livello internazionale, e proprio la maratona di New York rappresenta la prova d’esame per gli studenti del suo corso». L’esperienza del 2008 ha rappresentato per Gianni un trampolino di lancio per il suo curriculum sportivo e alla soglia dei 50 anni ci ritorna con uno spirito diverso. «Luana sta facendo un capolavoro, sono contento di tornare con lei nella grande mela. Sarà una grande emozione riuscire a finirla in un tempo tranquillo è più che positivo. Per me sarà una prova fisica in vista della gara più importante della mia carriera: il 24 novembre a Firenze proverò a raggiungere un altro record del mondo con le stampelle».

Gianni Sasso Sport Ischia

Luana Pezzuto Gianni Sasso Ischia

Luana Pezzuto Gianni Sasso Allenamenti

Nei progetti futuri di Gianni Sasso, oltre a puntare ad un nuovo record del mondo abbattendo quello già realizzato ad Amsterdam nel 2012 di 4h e 28’, anche l’obiettivo quello di creare una piattaforma per persone che non si sono approcciate allo sport, per mettere in atto tutte le capacita di coach motivazionale che ha portato persone come Luana a sfidare i propri limiti. L’emozione è tanta e il traguardo è sempre più vicino: “Questa maratona è per me una medaglia alla vita”, confida Luana. “Mi farebbe piacere se questa attività potesse ispirare tante persone come me. Nel mondo manageriale leggiamo spesso dei libri o frequentiamo corsi per capire come gestire il nostro tempo e come centellinare le nostre energie per essere sempre più produttivi. Finchè non metti a prova il tuo fisico non riuscirai mai a comprendere quanto il corpo e la mente sono disposti a dare per mantenere una certa produttività e lucidità per raggiungere un obiettivo. Se arriverò al traguardo della maratona di New York non metterò più limiti a quello che posso fare». L’isola di Ischia è orgogliosa di essere rappresentata da questo duo sportivo così speciale. Tantissime sono le aziende del territorio che sostengono e supportano questa loro impresa sportiva. Sulle loro maglie, infatti, ci sono i nomi di Tiratardi Forio, Megasport, Giardini Poseidon, Sorriso Thermae Resort & SPA, Restaurant Oasis Ischia, Gm Nautica, Eco Art Artigianato Ischia, Trattoria da Carusino, Cafè Florio, Pro Loco Pithecusae Isola d’Ischia, Team di Sicurezza di Daniele Bambagioni (Grosseto) e altri ancora.





Share Button

Similar Articles

Top