Il coraggio di Amadou approda a Malta



La scrittrice Federica Flocco protagonista alla fiera del libro di La Valletta con un romanzo di formazione per ragazzi che affronta il tema dell’immigrazione.

La scrittrice Federica Flocco protagonista alla fiera del libro di La Valletta con un romanzo di formazione per ragazzi che affronta il tema dell’immigrazione

Il tema dell’immigrazione non è fatto solo di cronache e dibattiti politici, ma anche di storie che hanno conquistato il cuore delle persone. Come quella di Amadou, raccontata dalla scrittrice Federica Flocco in un romanzo di formazione per ragazzi che, dopo aver conquistato l’Italia, ora è approdata anche a Malta. Proprio quel Paese del Mediterraneo che negli ultimi anni ha condiviso più di ogni altro con il nostro la gestione di un fenomeno migratorio via mare senza precedenti. Proprio quel Paese dal quale l’Europa è tornata a dialogare per condividere la responsabilità dell’accoglienza, dopo anni di reciproche accuse e silenzi assordanti.

Proprio quel Paese, Malta, ha accolto ieri la scrittrice napoletana in occasione della rassegna culturale Malta Book Festival, la più importante fiera dedicata al mondo dei libri in corso a La Valletta. La presentazione del libro “Il coraggio di Amadou”, organizzata dalla Ong MACTT (Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade), è stata ospitata nello stand dell’Istituto Italiano di Cultura a Malta, che per l’occasione è stato il più frequentato e animato tra gli spazi espositivi aperti nella splendida cornice del Mediterranen Conference Centre.

Federica Flocco

A dare il benvenuto a Federica Flocco sono stati il Presidente della MACTT Sergio Passariello e il direttore dell’IIC di Valletta, Dott. Massimo Sarti. Entrambi hanno lanciato un invito allo spirito di umanità che deve stare alla base di ogni discussione in tema di immigrazione, a prescindere da ogni presa di posizione sulla gestione di un fenomeno così complesso. L’autrice ha preso quindi la parola per raccontare l’avventura di Amadou nel suo viaggio della speranza, in fuga da guerre, povertà e malattie. E per raccontare la sua personale avventura di scrittrice, nella stesura e nella condivisione di questo lavoro che l’ha portata a emozionarsi e a condividere momenti profondi con tante persone, ragazzi e adulti, scoprendo l’altra faccia dell’opinione pubblica di fronte al tema dell’immigrazione: quel lato umano che, in controtendenza ai sondaggi politici e agli slogan diffusi, ha certificato il successo del libro, prima tra i ragazzi e poi tra gli adulti, rimasti contagiati dalla purezza d’animo con la quale i loro figli si sono lasciati contagiare dalla lettura di questo libro.

Massimo Sarti

Sergio Passariello

Un successo che oggi ha varcato i confini nazionali con l’approdo a Malta, dove la scrittrice ha ricevuto il plauso di tante persone, a partire da quello dell’insegnante e giornalista Maria Grazia Strano, moderatrice del dibattito, fino a quello dei presenti, italiani e maltesi, legati da un messaggio di fratellanza e solidarietà più forte delle battaglie tra i governi degli ultimi anni. Così, dopo gli accordi di Malta per la gestione condivisa dell’accoglienza, sempre dall’isola del Mediterraneo, con l’accoglienza riservata a “Il coraggio di Amadou”, è arrivato un nuovo colpo al muro dell’egoismo e dell’indifferenza.



Share Button

Similar Articles

Top