You are here
Home > Spettacoli > Cinema > Francesco Scianna, Anna Bonaiuto, Manlio Dovì tra le stelle del Premio Troisi

Francesco Scianna, Anna Bonaiuto, Manlio Dovì tra le stelle del Premio Troisi



Premi categoria “Musica” a Giovanni Caccamo e Francesco Cafiso

Stasera in apertura guest star della IX edizione Pupi Avati.

Nel pomeriggio gli incontri sulla salute promossi in partnership con l’Assessorato regionale

ANNA-BONAIUTO
MESSINA (23 lug) - “Quando c’è l’amore c’è tutto... no ch’ella è a’ salute”: una battuta di Troisi è il claim di Marefestival 2020, da oggi a domenica 26 luglio nel Comune di Malfa a Salina, nei luoghi dove fu girato “Il Postino”, dedicato al tema cinema e promozione della salute nell'era post emergenza covid-19. La IX edizione, diretta da Massimiliano Cavaleri e organizzata da Patrizia Casale e Francesco Cappello, è stata promossa in partnership con l'Assessorato regionale alla Salute guidato da Ruggero Razza, che sarà presente sabato 25. Il programma brilla di stelle a cominciare dal regista Pupi Avati, uno degli ultimi grandi maestri del cinema italiano che riceverà stasera (giovedì 23) il Premio alla Carriera per avere girato 50 film e scritto altrettante sceneggiature; Anna Bonaiuto, unanimemente considerata una delle più intense attrici teatrali e cinematografiche, icona della “scuola napoletana”.

Francesco-Cafiso-Foto-di-Rosellina-Garbo © rosellina garbo. All rights reserved

Francesco Scianna ph Giovanni Gastel

Giovanni Caccamo

MANLIO DOVI'

Ha saputo rappresentare innumerevoli ritratti femminili, storici e contemporanei; il palermitano Francesco Scianna, “esploso” con “Baaria” di Giuseppe Tornatore, e poi interprete di numerosi film tra cui Vallanzasca, Ti amo troppo per dirtelo, L’Industriale, Come il Vento, Allacciate le cinture, Latin Lover, Una storia sbagliata, Maria Maddalena, ecc e varie fiction televisive; per la sezione "Attori comici", Manlio Dovì, storico volto del Bagaglino dal 1987, attore, imitatore, cabarettista di formidabile capacità, un “mattatore del palcoscenico” che venerdì 24 regalerà il meglio del suo repertorio al pubblico della kermesse, condotta dalle giornaliste Nadia La Malfa e Marika Micalizzi.

RUGGERO RAZZA

Grande protagonista anche la Musica: a ricevere il Premio Troisi due talenti “made in Sicily” che portano la loro arte in Italia e nel mondo, venerdì Francesco Cafiso, sassofonista jazz di fama mondiale, originario di Vittoria nel ragusano, e sabato 25 Giovanni Caccamo, cantautore già vincitore di Sanremo, nato a Modica, nel siracusano. Infine Premi Troisi "Emergenti" all’attore Francesco Venerando e ai registi Alessandro Genitori, Elis Karakaci e Beatrice Aiello. All'apertura del Festival, giovedì 23 alle 18.30 nel Centro Congressi di Malfa, prenderanno parte gli organizzatori, il sindaco di Malfa Clara Rametta, l'attrice Maria Grazia Cucinotta (madrina dell'evento da nove anni), il direttore gen. DAOSE Maria Letizia Di Liberti, la dirigente della Promozione della Salute e Comunicazione DASOE Daniela Segreto e altri autorevoli ospiti e rappresentanti istituzionali, Michele Mirabella della RAI e Carlo Gargiulo.




 

 

Share Button

Similar Articles

Top