You are here
Home > Moda > Chiara Bruno, Spazio modelle

Chiara Bruno, Spazio modelle

Chiara Bruno, nata il 26/02/1998, ho 22 anni e studio Farmacia all’Università degli Studi di Salerno. Ho iniziato i primi concorsi provinciali da Miss all’età di 14 anni, ma non mi sono impegnata nel settore seriamente fino all’età di 20.

Presentati : chi è Chiara Bruno ?

Mi chiamo Chiara Bruno, nata il 26/02/1998, ho 22 anni e studio Farmacia all'Università degli Studi di Salerno. Ho iniziato i primi concorsi provinciali da Miss all'età di 14 anni, ma non mi sono impegnata nel settore seriamente fino all'età di 20.

Com’è iniziata la tua avventura? Cosa ti ha spinto a intraprendere la carriera di modella?

Non ho mai detto in modo esplicito "Voglio fare la modella", ma sono sempre stata apprezzata per l'altezza e chiunque incontrassi mi diceva di dover tentare. Papà mi ha iscritta al primo concorso di moda a 14 anni e da lì l'esperienza mi è piaciuta molto, così ho continuato un po', ma ero talmente timida che non accettavo neanche di sfilare in finale, perché la passerella mi sembrava troppo lunga. Non ho mai amato i riflettori, ma casualmente mi ci sono sempre trovata già con le prime esperienze di recitazione in paese a 9 anni e una folla enorme che mi osservava. Solo oggi posso affermare di puntare a una carriera da modella, ma è nato tutto da davvero poco tempo.

In quale periodo della tua vita hai affrontato la scelta di voler mostrare a tutti la tua determinazione per questo lavoro ?

Ho affrontato un periodo un po' difficile e mia sorella per farmi riprendere lo scorso anno decise di iscrivermi a una prima di agenzia di eventi a Napoli. Ho accettato, così per gioco, e frequentando Napoli è iniziato tutto. Abito in provincia di Salerno e qui parlare di moda è molto difficile. Sicuramente non potrai mai incontrare un brooker di moda per strada, che ti propone di lavorare per lui.

Sei rappresentata da un’agenzia o operi come freelance?

La prima agenzia pubblicò uno shooting sui propri social e da lì ho avuto un discreto successo, così sono stata contattata da vari agenti locali per partecipare ad altri concorsi, tra cui uno un po' differente dagli altri. Prevedeva uno shooting da pubblicare su un magazine online, organizzato con una stylist, una mua e una hairstilist e una diretta in radio. Fatto ciò, avrebbero deciso se farti passare alla tappa finale, dove a prescindere avrei dovuto firmare un contratto della durata di un anno (che ho deciso di non firmare).

Credi nela sinergia, con il mondo dei social e la tua figura come modella per ottenere una certa visibilità nel campo professionale ?

Pubblicato lo shooting sul Magazine, inizio a ottenere un'enorme visibilità su Facebook e i primi contatti da parte di agenzie sempre più serie. Mi accorgo di quanto i social siano importanti per sponsorizzarsi e farsi conoscere, così ho continuato a gestirli e aprire anche una prima pagina Instagram. Oggi sui social, tra Facebook e Instagram, conto circa ottomila seguaci, e almeno due terzi sono del campo (fotografi, agenti, stilisti, mua... )

Com’è iniziata la tua avventura con i corsi di formazione: posa fotografica, portamento, recitazione e soprattutto con i casting? Che emozione hai provato a stare sotto i riflettori, ed hai capito che la carriera di modella poteva diventare la scelta giusta per te?

A luglio dello scorso anno salgo in Piemonte per il primo casting per un'agenzia in provincia di Cuneo, distante 9 ore di treno da casa. La lontananza non mi spaventa e mi lancio. Arrivata lì, faccio il casting e subito dopo mi presentano un elenco di circa 30 lavori da fare. Nelle condizioni di un anno fa non potevo definirmi ancora modella, non avevo alcuna preparazione. Mi hanno formata loro, dalla posa fotografica al portamento e anche su qualche lezione di recitazione. Tutto a costo zero. Hanno solo creduto in me. Da luglio a novembre ho lavorato lì e nel mentre ho tentato di farmi conoscere di più anche a Napoli. Mostrando molto sui social i miei lavori, ho iniziato ad avere prime chiamate da piccole agenzie anche a Roma e Milano. Ma con il periodo del virus ho scelto di lavorare a Napoli e mettermi in forma ancora di più per propormi a grosse agenzie su Milano o Roma e non perdere più tempo con piccole agenzie. Lavori significativi: -Videoclip musicali, dove nell'ultimo sono la protagonista principale; -Bodypainting; -Sfilate su Napoli (tra cui un evento dove ho sfilato per Coconuda); -Inviata televisiva Fashion tv e spot per Capri Event. -Sfilata a Milano per il brand Hannahmoore Milano; -Ho posato per i brand di Raffaella La Rocca e Maria Longobardi; -Cortometraggi per la Violenza sulle donne; -Speciale per la serie tv: Area 47.




Share Button

Similar Articles

Top