You are here
Home > Spettacoli > Cinema > Il sax di Cafiso e il “mattatore” Dovì incantano Salina. Oggi arriva Razza

Il sax di Cafiso e il “mattatore” Dovì incantano Salina. Oggi arriva Razza

 

 

 

MAREFESTIVAL – In scena due talenti siciliani Premi Troisi sezioni “Musica” e “Attori comici”

Tavole rotonde sulla salute fin dalle prime epoche della vita e l’importanza

delle manovre di disostruzione pediatrica, screening oncologici e benessere della donna

MALFA (ME) - 25 lug - Musica grande protagonista di Marefestival 2020: a ricevere il Premio Troisi per questa categoria due stelle “made in Sicily” che portano la loro arte in Italia e nel mondo: Francesco Cafiso, originario di Vittoria (RG), ha incantato la piazza di Malfa e Giovanni Caccamo, di Modica (SR), ospite stasera. Cafiso è uno dei talenti più precoci nella storia del jazz: a 9 anni muove i primi passi facendo esperienze con musicisti di fama internazionale; decisivo per la sua carriera è l'incontro, nel 2002, al Pescara Jazz Festival, con Wynton Marsalis che, stupito dalle sue qualità musicali, lo porta con sé nell'European tour del 2003.

Francesco Cafiso sul palco del Marefestival
Da allora ha suonato nei Jazz Festival, nei teatri e nei Jazz Club più importanti del pianeta e ha vinto prestigiosi premi; nel 2009 ha suonato per Barack Obama: aneddoti, dietro le quinte del suo percorso musicale raccontati a tu per tu con la giornalista Marika Micalizzi e il "patron" Massimiliano Cavaleri, poi premiato da Fabio Dell'Edera e Margherita Santisi, vertici di FD studio professionale, partner dell'evento. Subito dopo, l'esilarante Manlio Dovì, protagonista "mattatore" di uno show tra comicità, canzoni, imitazioni, gag, rumori e tanto altro, cui è andato il Premio Troisi, consegnato da Ferdinando Croce, capo segreteria tecnica dell'Assessorato regionale alla Salute, in rappresentanza dell'assessore Ruggero Razza, che arriverà oggi a Salina. Infine il concerto del chitarrista Gianluca Rando al fianco dello stesso Dovì, il Premio Panathlon all'atleta paralimpica Marcella Li Brizzi dalle mani del presidente di Messina Antonio La Rosa e dal vice governatore Area 9 Sicilia Ludovico Magaudda e il Premio Troisi Emergenti ai registi Alessandro Genitori, Elis Karakaci e Beatrice Aiello.  

Ferdinando Croce e Manlio Dovì

Cucinotta, Ingegneri, Rossellini, Segreto, De Domenico e Alongi

Cavaleri, Melia, Genitori, Karakaci, Aiello, Micalizzi

Gianluca Rando

Maria Letizia Di Liberti e Antonio Leonardi

Micalizzi, Magaudda, Li Brizzi e La Rosa

Ruggero Aricò

Micalizzi, Santisi, Cafiso, Dell'Edera e Cavaleri

Intenso il pomeriggio di ieri dedicato alla salute: il tema “fin dalle prime epoche della vita” moderato da Rossana Franzone, con la partecipazione del direttore generale del DASOE Maria Letizia Di Liberti, del direttore del Dip.  Prevenzione ASP Catania Antonio Leonardi e della dietista Maria Lidia Li Prinzi (in rappresentanza di Francesca Turiano, resp. UOS Igiene e Prev. Nutrizionale SIAN ASP Messina); proiettati i video di Marco Squicciarini sulle manovre disostruzione pediatrica; la lectio magistralis del vicepresidente Confindustria Assafrica & Mediterraneo Ruggero Aricò su "Salute 2.0: ambiente ed ecosostenibilità” che ha evidenziato la necessità di far interloquire mondi apparentemente diversi tra loro ma che invece sono connessi con l'obiettivo di rendere più sostenibile, più ecologico, più "tutelato" il nostro pianeta; e la tavola rotonda su “Screening oncologici e prevenzione e benessere della donna”, moderata da Gianluca Rossellini, con il cardiologo Giovanni Alongi, che ha focalizzato l'attenzione sugli aspetti angiologici, riguardanti soprattutto le donne over 50, il dermatologo Andrea Ingegneri, il quale si occupa di medicina estetica legata anche a pazienti con problemi oncologici, la presidente e segretaria nazionale AMMI, Michela d’Errico e Francesca De Domenico, che hanno ribadito il prezioso ruolo delle associazioni di donne per informare e sensibilizzare ai controlli, Daniela Segreto, che ha illustrato le iniziative messe in campo dall'Assessorato in questa direzione e Maria Grazia Cucinotta, da sempre impegnata nella lotta ai tumori al seno con la Komen e in campagne di comunicazione su diverse patologie.

 



 

Share Button
Advertisement

Similar Articles

Top