You are here
Home > Spettacoli > AREA SANREMO TIM 2020 DECRETATI GLI OTTO VINCITORI

AREA SANREMO TIM 2020 DECRETATI GLI OTTO VINCITORI




La commissione ha giudicato i concorrenti sulla base delle audizioni
dal vivo già effettuate e della visione dei videoclip, decretando i nomi
degli otto e del vincitore del Premio TIM come miglior videoclip.
La premiazione si svolgerà domenica 22 novembre presso il Palafior di Sanremo.

La commissione ha giudicato i concorrenti sulla base delle audizioni dal vivo già effettuate e della visione dei videoclip, decretando i nomi degli otto e del vincitore del Premio TIM come miglior videoclip. La premiazione si svolgerà domenica 22 novembre presso il Palafiori di Sanremo.

La commissione artistica di valutazione composta dal presidente Vittorio De Scalzi, Gianmaurizio Foderaro, Rossana Casale, Erica Mou e G-Max, si è riunita da remoto in videoconferenza, decretando i nomi degli otto vincitori di Area Sanremo TIM 2020 e del vincitore del Premio TIM come miglior videoclip. Scelti tra i 63 concorrenti (61 finalisti con i due vincitori rispettivamente del Premio Pigro e del Premio Lunezia), i vincitori sono:

  • Aurora Fadel - “Profumo di Lavanda”
  • Dellai - “Sono Luca”
  • Elena Faggi - “Che ne so”
  • Federica Marinari - “Dimenticato (MAI)”
  • Francesca Miola - “La costola di Adamo”
  • Guasto (Gianmarco Finizio) - “In che senso?”
  • Luca D’Arbenzio - “Cenere”
  • Mirall (Greta Ciurlante) - “Padre Nostro”
  • Vincitore Premio TIM Miglior Videoclip: Mirall (Greta Ciurlante) - “Padre Nostro”

Aurora Fadel - “Profumo di Lavanda”
NOME D’ARTE: “AURORA FADEL” Nata il 07/10/2003 a Treviso di San Donà di Piave Aurora Fadel nasce il 07/10/2003 a Treviso. Vive a San Donà di Piave (VE) dove frequenta il quarto anno di liceo. La passione per la musica si sviluppa all’eta di circa sei anni quando comincia a prendere lezioni di canto accompagnate, qualche anno più tardi, dallo studio del pianoforte. Scrive la sua prima canzone a 14 anni e da qual momento non ha più smesso. La musica è diventata per lei una necessità, l’unico modo per esprimersi a pieno. Nel suo percorso artistico ha partecipato a numerosi concorsi canori che le hanno permesso di fare esperienza di fronte ad un pubblico. Per migliorarsi sotto il profilo artistico, nel 2018 si iscrive ad un corso professionale di canto moderno della durata di tre anni all’ Accademia “Vms” di Milano. Nel 2020 intraprende un progetto discografico con “produzionimusicaly” seguita dal produttore Arioli Federico. Il progetto prevede la pubblicazione di un album con i relativi video musicali.

Dellai - “Sono Luca”
NOME D’ARTE: “DELLAI” Matteo e Luca Dellai Nati il 21/12/1996 a CESENA di Cattolica Dellai è un progetto che parte dalla passione di due fratelli per la musica. Già in adolescenza i due si sperimentavano nello scrivere canzoni, con il passare del tempo le due strade si divisero, mantenendo la composizione e la scrittura musicale come unico collante. Luca, dopo aver frequentato il liceo musicale ha proseguito gli studi presso il Conservatorio Rossini di Pesaro, parallelamente ad un percorso di laurea in economia, Matteo, invece, interessato al mondo dell’architettura, ha continuato gli studi presso l’Università di Ferrara. Nonostante la lontananza i due hanno sempre coltivato l’interesse per la musica, la scrittura e la composizione. Negli ultimi anni si sono ritrovati in un nuovo progetto (Dellai), dal quale è già nato un singolo disponibile su tutte le piattaforme digitali, dal titolo: “Non passano gli aerei”.

Elena Faggi - “Che ne so”
Nata il 22/02/2002 a Forlì di Forlì Mi chiamo Elena Faggi, ma preferisco farmi chiamare Elly. Adoro dire la data del mio compleanno, 22/02/2002, particolare, un po’ come me ah ah. Sono cantante/cantautrice, attrice, performer e musicista (violino). Frequento con ottimi risultati il Liceo Linguistico “G.B. Morgagni” di Forlì. Questo sarà un anno molto importante per me, l’anno del diploma, e purtroppo mi spaventa un po’ l’idea di non poterlo vivere appieno per questa surreale situazione, che mi ha portato a scrivere il brano “Solo un brutto sogno”, arrangiato da Francesco, mio fratello, che abbiamo pubblicato a maggio 2020. Proprio parlando di mio fratello, tra le esperienze più significative c’è sicuramente il “Golden buzzer” ad Italia’s Got Talent 2017 che abbiamo ottenuto da Luciana Littizzetto, portando poi in finale il primo inedito “Could Be Forever”, poi pubblicato ufficialmente a dicembre 2018. Oltre a questo brano a dicembre 2017 abbiamo pubblicato “Christmas in a bottle” e a settembre 2019 il mio primo brano da cantautrice: “Numb” (sempre arrangiato da Francesco). Io e Francesco continuiamo il nostro percorso artistico su due binari: come artisti singoli e insieme (una featuring speciale, come ci piace definirla). Oltre ai brani già citati, durante il periodo di lockdown, abbiamo creato e pubblicato ben tre brani per dare il nostro contributo artistico: • “Il sole in un foglio” – Francesco Faggi & Elena Faggi • “Come volo” – Francesco Faggi & Elena Faggi • “Solo un brutto sogno” – Elena Faggi (autrice e compositrice) Il mio percorso formativo è iniziato con lo studio del violino e la danza (Arte & Danza University di Serge Manguette e Noemi Briganti), a cui si è presto aggiunta una formazione sul musical e canto. Tra i docenti di maggior rilievo: Fioretta Mari, Denny Lemmo, Ivano Marescotti, Janine Molinari, Ivan Lazzara, Christine Grimandi, Luca Giacomelli Ferrarini, Gabrio Gentilini, Fabrizio Angelini, Gianfranco Vergoni, Patricia Van Acker. Grazie alla partecipazione alla “Coppa Italia” per performer (prima classificata nel 2017, seconda nel 2018 e 2019), mi sono esibita in diversi teatri (Catania, Palermo, Roma) a dicembre 2018 e dicembre 2019 tra i performer protagonisti del Musical “Un papà sotto l’albero” con Garrison Rochelle e Fioretta Mari (nel 2019 Grazia di Michele). A fine 2017 ho preso parte al progetto “Energie creative” del Ravenna Festival sotto la guida di Cristina Mazzavillani Muti, andando in scena al Teatro Alighieri di Ravenna per il progetto “Pagliacci Remix”, introduzione all’opera “Pagliacci” e, successivamente, sono stata tra i protagonisti ne “La guerra dei topi e delle rane”, fiaba musicale prodotta dal Teatro Alighieri tratta dal testo di Giacomo Leopardi.

Federica Marinari - “Dimenticato (MAI)”
Nata il 19/11/1993 a PONTEDERA di Cascina Federica Marinari – toscana, classe 1993 – sin dall’età di 16 anni inizia a partecipare a diverse competizioni a livello locale, nazionale e soprattutto internazionale: Russia, Polonia, Bielorussia, Ucraina, Lituania e Moldavia sono alcuni dei paesi che hanno fatto da palcoscenico alle sue esibizioni canore in concorsi di altissimo livello. Nel 2014 la partecipazione televisiva a “The Voice”, talent targato Rai Due, esperienza importante per elaborare più consapevolezza ed esperienza. Nel 2015 esce il suo primo singolo “Una Vita Senza Me”. Sono anni difficili, di crescita e di formazione. Allo stesso tempo, anni pieni di energia per Federica, che sta trasformando la sua passione per la musica in un vero e proprio lavoro. Nel 2016, il suo primo tour live. Con il singolo “Una Vita Senza Me” partecipa alla XXesima Edizione del Premio Lunezia arrivando in finale e ottenendo una forte riscontro dal pubblico. Nello stesso anno, viene invitata come ospite speciale in Spagna all’evento culturale italiano Passione Italia. Nel 2017, ancora all’estero, Federica vola a Singapore per un concerto al Rotary Club Singapore. Poco dopo in Sardegna porta la sua musica all’evento Jaguar e Land Rover. Il 2018 è un anno importante per Federica: apre il concerto di Francesca Michelin a Pisa e poi la partecipa al programma Amici di Maria de Filippi. Nel 2019, dal desiderio di ringraziare personalmente e di vedere negli occhi tutte le persone che con amore l’hanno sostenuta quando era dentro alla Scuola di Amici, nasce lo Strade Tour: una serie di minilive per le strade delle città più importanti d’Italia. Nel 2020 ha iniziato a lavorare senza sosta al suo debutto discografico, il primo album vedrà la luce a breve

Francesca Miola - “La costola di Adamo”
NOME D’ARTE: “FRANCESCA MIOLA” Nata il 11/05/1993 a VENEZIA di Cavallino Treporti Francesca Miola nasce a Venezia nel 1993, si avvicina al mondo della musica sin da giovanissima, iniziando a studiare canto e pianoforte. Dopo essersi diplomata al liceo di Venezia si iscrive all’ Accademia Lizard di Padova dove consegue il diploma. Nel 2016 si trasferisce a Milano dedicandosi parallelamente a concerti e allo studio musicale iscrivendosi presso il CPM (Centro Professione Musica) di Franco Mussida. In quel periodo viene selezionata per far parte delle dieci voci femminili che hanno accompagnato l’artista Dillon a Milano nell’unica data italiana del tour. Nel 2015 ė la prima cantante donna ad entrare nel talent show “Amici di Maria De Filippi”. Questa esperienza le consentirà di esibirsi in tutta Italia. Successivamente è invitata ad esibirsi al prestigioso “Magna Grecia Awards” a Taranto, diretto e organizzato da Nek, dallo scrittore Fabio Salvatore e da Lorella Cuccarini, per rendere omaggio a Mia Martini. Tra il 2015 e 2016 partecipa a numerosi concerti in varie parti d’Italia, tra cui “Jazz4Anna” rassegna jazz dove vede la presenza di grandi nomi della musica jazz tra cui Ares Tavolazzi; concerto ad “EXPO” 2016; “Mirano Summer Festival”; la rassegna “Inycon” Sicilia; “Armonie di voci contro la violenza” con Katia Ricciarelli; “Un gol per la vita” (Nazionale Cantanti e Mass Media Veneto); “Anche io per Amatrice”, concerto per ”Morellato” presso la Fondazione Cariplo di Milano; apertura del 4′ torneo internazionale della Reyer Venezia. Nel 2017 è impegnata come cantante principale in Qatar, dove si è esibita con musicisti italiani ed internazionali nel prestigioso “The Club” presso il St. Regis Doha, storico e noto club di Doha dove vede esibirsi musicisti da tutto il mondo. Nel 2018 vince Area Sanremo, è selezionata direttamente da Claudio Baglioni durante le audizioni che precedono l’annuncio dei finalisti di Sanremo Giovani, a cui parteciperà con il brano “Amarsi non serve” (diretta su Rai1 e su Radio2). A fine ottobre 2019 esce il secondo singolo “3,2,1” scritto dalla stessa Francesca, Zibba e Marco Rettani. Attualmente si divide tra Venezia e Milano dove si sta dedicando alla realizzazione del primo progetto discografico

Guasto (Gianmarco Finizio) - “In che senso?”
NOME D’ARTE: “GUASTO” Nato il 07/06/1990 a Napoli di Portici Mi chiamo Gianmarco Finizio, in arte Guasto, e sono un cantautore napoletano che dopo appena 30 anni si è deciso a rendere pubblico il suo primo progetto da solista. Iniziai a scrivere le prime canzoni all’età di 11 anni, quando ero alle scuole medie, in una sezione sperimentale di musica, ma la scuola e i brutti voti mi tennero abbastanza lontano dallo studio della musica, che ho poi ripresi successivamente intorno ai 20 anni in una scuola di Portici,nella quale conobbi i fratelli Brugnano, anch’essi cantautori, con i quali nacquero nuove canzoni e un progetto di inediti di nome Jan,grazie al quale pubblicammo “Via da me” e successivamente realizzammo la colonna sonora, “Se sarà vero”, per il film di Giovanni Mazzitelli, “Era giovane e aveva gli occhi chiari”. Nel frattempo iniziai a farmi le ossa con i live nei localini in giro per la Campania, che credo siano una palestra fondamentale per poter salire su qualsiasi tipo di palcoscenico. In seguito alla mia breve esperienza al programma televisivo “The Voice of Italy” e soprattutto in seguito a dei problemi familiari, decisi di partire, con in tasca due spicci, in direzione Milano. Accantonando definitivamente il progetto Jan, cercai di trovare nuova linfa e magari anche un bel po’ di fortuna lì. Ma il dover lavorare tutti i giorni tutto il giorno per potermi permettere la permanenza a Milano tra b&b e follie varie, mi tenne lontano dalla musica e mi costrinse, dopo 7 mesi, a tornare a Napoli. Dopo un paio di mesi decisi di ripartire per i villaggi turistici Bravo Club, in giro per il mondo, con il ruolo di piano bar per circa 2 anni tra la Tanzania, il Messico, l’Egitto e la Grecia. Esperienza in cui migliorai molto il mio rapporto con il pubblico e con il palco, standoci tutti i giorni a contatto. Ritornato a casa, ripresi con i live nei locali, ed iniziai a collaborare col dj Fabio Stingo e scrivere i miei testi sui suoi beat e qualche mese dopo ebbi la fortuna di conoscere Mauro Spenillo,autore e produttore artistico, con il quale, insieme a Fabio, è nata una splendida collaborazione. Così ha preso luce il progetto di “Guasto” e la pubblicazione di due brani presenti su Spotify e tutte le piattaforme “Che c’hai d’accendere?” e “Peyote”. Guasto Le mie canzoni parlano di me, sono delle foto di quello che vedo, come una polaroid. Foto della mia vita, del mio disagio, del mio “Guasto” interiore, ma anche della gran voglia di vivere, di essere libero di essere e libero di scegliere per me stesso

Luca D’Arbenzio - “Cenere”
 Luca D’Arbenzio,  nato ad Avellino il 13/03/1996, dopo aver conseguito la laurea triennale in “Canto Jazz” presso il Conservatorio Statale “Domenico Cimarosa” di Avellino, oggi  frequenta, il secondo anno della biennale dello stesso indirizzo presso lo stesso istituto. Nel 2013 ha partecipato alla fase “BOOTCAMP” di X-Factor e nel novembre 2015 è entrato a far parte della classe di “AMICI” di Maria De Filippi. Il 14 giugno 2019 ha pubblicato il suo  primo album dal titolo “Non Ho Tempo” con relativo singolo “Bar-Collo” disponibile in videoclip su YouTube. Luca è un polistrumentista, oltre che autore e compositore dei testi e le musiche delle sue canzoni. Il brano inedito con il quale ha deciso di partecipare ad “Area Sanremo 2020” si intitola “Cenere”: il testo, la melodia e l’armonia del brano sono stati scritti da lui, l’arrangiamento e la produzione artistica è stata curata da Fabrizio Falco mentre l’editing, il mixing e il mastering dal sound engineer Giovanni Bellino.

Mirall (Greta Ciurlante) - “Padre Nostro”
Vincitore Premio TIM Miglior Videoclip: Mirall (Greta Ciurlante) - “Padre Nostro”
NOME D’ARTE: “MIRALL” Nato il 09/09/1990 a PISA di Pisa Greta, in arte Mirall nasce a Pisa da una famiglia di musicisti. Sin da giovanissima inizia a collaborare con musicisti della scena jazz e soul come cantante e autrice. Collabora con i Q Proj (Vince Bramanti, Andrea Cozzani e Dario Carli) nell’album “New Breeze” che vede la collaborazione del portoricano Efrain Toro (percussionista di numerosi artisti fra cui Stan Getz, George Benson, Kiss e molti altri). Collabora con la big band White Orcs per cui Greta scrive e compone alcuni brani, grazie ai quali ha il grande piacere di duettare con Tony Momrelle della storica band inglese Incognito. Nel 2017 viene scelta da Massimiliano Pani come voce portante di un suo spettacolo sulla storia della musica italiana. Collabora con Piero Frassi, Gabriele Evangelista e Bernardo Guerra per il progetto “Mirall Circles”, album uscito a maggio 2018. Nel contempo Greta ha sempre avuto una grande attrazione per il pop e la semplicità, l’immediatezza della musica che trova affascinante. Da qui l’inizio del suo progetto solista che vede l’uscita di due singoli: “Il primo della lista” e “Un chicco di caffè” di cui cura la produzione artistica.

Anche quest’anno grazie a TIM, sponsor unico di Sanremo 2021, il concorso è stato totalmente gratuito per gli iscritti. Dagli otto vincitori la commissione Rai sceglierà, durante la serata di Rai Uno AmaSanremo del 17 dicembre, i due partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2021.

Il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri dichiara: «In un’edizione così complicata per la situazione che stiamo vivendo, essere riusciti a garantire lo svolgimento di Area Sanremo rappresenta il raggiungimento di un risultato importantissimo. È doveroso quindi ringraziare la Fondazione Orchestra Sinfonica per il lavoro svolto, che ha comportato ancora più sforzi per le ingenti misure di sicurezza rese necessarie, appunto, dal periodo attuale. Grazie anche alla commissione artistica di valutazione per la professionalità e la dedizione, a Rai, Rai Pubblicità e TIM, il cui supporto ha permesso di offrire un format gratuito per il terzo anno consecutivo. Un “in bocca al lupo” ai vincitori di quest’edizione e un grande abbraccio a tutti coloro che non sono riusciti a imporsi, con l’augurio di raggiungere presto importanti risultati».

Il Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo Livio Emanueli ribadisce: «Anche quest’anno siamo riusciti ad arrivare alla fine del percorso, davvero irto di ostacoli ed incertezze. Essere riusciti a contribuire al rilancio di un settore fortemente penalizzato dalla pandemia, è per tutti noi motivo di orgoglio. Una commissione preparata ed attenta ha consentito di selezionare 8 brani di alto livello qualitativo. Uno staff, quello dell’Orchestra Sinfonica, composto da professionisti ai quali va attribuito il merito del successo della manifestazione». Anche per la premiazione – naturalmente a porte chiuse – saranno prese tutte le precauzioni necessarie a garantirne lo svolgimento in completa sicurezza per concorrenti, commissione e personale interno.

Area Sanremo TIM si è svolta grazie alla preziosa collaborazione di partner di prestigio come Radio Rai Tutta Italiana media partner ufficiale e Gruppo Eventi alla produzione esecutiva; la Nazionale Italiana Cantanti, progetto di solidarietà unico al mondo che nel 2021 celebrerà i 40 anni di attività e il trentennale della Partita del Cuore; Cpm Music Institute come educational partner e Nuovo Imaie. Infine, un ringraziamento particolare a Michele Affidato, l’orafo che anche quest’anno realizzerà i premi per i vincitori.


Advertisement

 



Share Button
Advertisement

Similar Articles

Top