“Elastic Heart”, il corto diventa un quadro con il volto potente di Nunzio Bellino, l’uomo elastico

La pittura è poesia silenziosa ; e la poesia è pittura che parla. E’ su questo aforismo di Simonide che si fonda il progetto ” Elastic Heart” della pittrice Eleonora Del Giudice che ritrae l’attore e personaggio televisivo Nunzio Bellino che, attraverso l’arte pittorica , vuole sensibilizzare ulteriormente la Sindrome rara Ehlers- Danlos che porta all’iperelasticità della pelle e a sintomi molto gravi.

Un binomio perfetto tra pittura e cinema dato che il quadro si fonda sul corto” Elastic Heart” diretto da Giuseppe Cossentino che sin dall’inizio ha portato alla luce la patologia rara di Bellino, sino ad arrivare su Rai1 a Storie Italiane da Eleonora Daniele rimbalzando sulle cronache italiane e internazionali.

La tecnica usata dalla De Giudice è una tecnica mista su carta telata,c,59,8 X 50 e raffigura Bellino che mostra al mondo la super elasticità della sua pelle senza remore e paure ma con tutto il coraggio che lo contraddistingue. Insomma, il messaggio è forte e chiaro di questo progetto nato per ribadire che la diversità non è un problema ma è ricchezza.

Chi è Eleonora Del Giudice l’artista del quadro Elastic Heart?

Si forma presso il Liceo Artistico Statale di Napoli diplomandosi nel 2002. A Laureana Cilento (SA) frequenta un apprendistato artistico con Domenico Palombo, nella cui bottega esegue paesaggi in stile settecentesco e composizioni d’epoca sulla scia dei maestri della tradizione pittorica italiana. Approfondisce lo studio della figura con Salvatore Ciaurro, mentre l’artista Tony Salvo la avvicina alla scultura in gesso. Consegue la laurea in Storia dell’Arte e Conservazione del Patrimonio Storico Artistico presso l’Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli nel 2015, con una tesi discussa con Barbara Jatta, di cui un estratto è pubblicato in “Grafica d’arte” n. 107 del 2016, e successivamente in Grafica d’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. La prima stampa realizzata dall’artista è stata donata al gabinetto stampe del Museo Pagliara del Suor Orsola Benincasa. Ha partecipato a premi nazionali quali l’ArtApp Artist Contest Il Segno, 2018; Premio Studenti Grafica Italiana, 2018, per il quale ha ricevuto la Menzione Speciale della Giuria; Premio Internazionale Arte Palermo, 2018; finalista al FoyEr FIIC Trento 2018 e 2019, durante il Festival dell’Incisione Contemporanea; finalista allo Xiloprint Brazil Prize 2019 del Museo Casa da Xilogravura di San Paolo del Brasile; finalista all’International Graphic art Festival UNI Graphica 2019 al Kovalenko Art Museum di Krasnodar in Russia; partecipa nel 2019, su invito di Vittorio Sgarbi, alla 46° edizione del Premio Sulmona per l’arte contemporanea con un’opera pittorica.

Share Button