Eataly dedica un mese ai vini più amati dell’estate con un focus speciale sulle bollicine autoctone

C’è bolla e bolla: Eataly dedica un mese ai vini più amati dell’estate
con un focus speciale sulle bollicine autoctone

Torino, 06 giugno 2023 – Estate, tempo di fresche bollicine: dal 12 giugno al 16 luglio Eataly
dedica più di un mese al racconto dei vini frizzanti, un universo che racchiude caratteristiche
date dal territorio, dal vitigno e dai metodi produttivi. Per l’estate Eataly ha selezionato oltre
500 etichette di bollicine adatte per ogni occasione.

Bollicine Eataly Estate2023

Tra queste, uno spazio importante è riservato ai vitigni autoctoni , particolari varietà di vite utilizzata per la produzione di vino, coltivata e diffusa nella stessa zona geografica ritenuta di origine del vitigno stesso, specchio del territorio di provenienza.

Le differenze geografico-climatiche del nostro paese, la grande superficie costiera, il lavoro dei piccoli ma tenaci vignaioli accanto a quello di cantine con
storie dalla lunga tradizione fa sì che in Italia fioriscano bottiglie risultato di un lungo lavoro di
selezione e difesa della nostra biodiversità.
Per raccontare questo patrimonio enologico, in tutte le enoteche di Eataly arriva il tavolo
delle bolle autoctone: un banco di degustazione organizzato attraverso i tre metodi
produttivi tipici delle bollicine: il Classico, il Martinotti (o Charmat) e il Rifermentato. Il tavolo
delle bolle autoctone offre la possibilità di fare una degustazione guidata da un esperto di
Eataly che, attraverso una selezione di etichette, può fare apprezzare le caratteristiche dei
diversi prodotti. Un esempio? Tra i vinificati con metodo Classico si può assaggiare l’Erbaluce,
il Carricante o il Bellone; tra i vinificati con metodo Charmat la Ribolla Gialla, il Vermentino
nero o il Lambrusco Grasparossa; tra i Rifermentati la Falanghina, la Garganega o il
Pignoletto.
“Raccontare questa ricchezza e educare alla scelta di una bollicina a denominazione locale è il
focus delle enoteche di Eataly – commenta Andrea Cipolloni, Group CEO Eataly – luoghi in
grado di incidere qualitativamente sul consumo di vino offrendo un nuovo approccio
all’acquisto . Presenza dei produttori, degustazioni e personale altamente qualificato fanno
vivere l’enoteca come un punto d’incontro aperto a tutti, da chi il vino lo produce a chi lo
seleziona e acquista. Luoghi in cui incontri, eventi e formazione sono propedeutici a
stimolare un modello di consumo di vino più consapevole e attento alla nostra
straordinaria tradizione enologica .”
Anche i ristoranti fanno la loro parte, accompagnando la ricchissima carta di bollicine con
alcuni piatti iconici dell’estate: dal Gran fritto di mare composto da gamberi rosa e totani del
Mediterraneo, acciughe di Monte Rosso e verdure di stagione ai crudi; dalle grigliate del
pescatore con il pescato fresco di giornata alle paste di mare fino alle serate speciali dedicate
alle ostriche o ai gamberi rossi. Completa il panorama delle possibilità il ricco programma di
corsi a tema, il tour delle enoteche di Eataly e gli incontri con i produttori che durante tutti i
fine settimana si alterneranno fornendo occasioni per completare la conoscenza del mondo
del vino.
Per maggiori informazioni: www.eataly.it

Share Button