La versione del brano “È la vita, la vita” di Davide Zilli fa parte della colonna sonora del film de 
Il Milanese Imbruttito “Mollo tutto e apro un chiringuito”, nelle sale italiane dal 7 dicembre

È di Davide Zilli la versione del celebre brano di Cochi e Renato “È la vita, la vita” contenuta nella colonna sonora di “Mollo tutto e apro un chiringuito”, nuovo film de Il Milanese Imbruttito, nelle sale dal 7 dicembre, distribuito da Medusa.

“Con la mia versione di questo classico di Cochi e Renato – ha commentato Davide Zilli – ho cercato di mettere in rilievo gli aspetti dolceamari di un pezzo che, come spesso capita nei testi a cui ha messo mano Enzo Jannacci, sotto la patina apparentemente allegra ha un fondo di esistenzialismo malinconico. Sono felicissimo che gli autori del Terzo Segreto di Satira abbiano scelto di inserirlo nella colonna sonora”.

A breve uscirà il terzo disco del cantautore-professore, Psicanaliswing, per l’etichetta Cosmica di Daniele “Bengi” Benati. L’album, prodotto da Riccardo Di Paola, vede collaborazioni illustri e trasversali come le Sorelle Marinetti, Paolo Rossi e l’Orchestra di Mirko Casadei, in un caleidoscopio di storie quotidiane raccontate sempre al crocevia tra pop e jazz. E poi ci sono i personaggi e i temi prediletti dal mondo zilliano: l’Inconscio, unico influencer che non ha followers, l’italiano all’estero, il compagno di classe, l’amico ricco, il complottista.

DAVIDE ZILLI
Professore di Italiano al mattino, pianista-cantautore di sera, Davide Zilli si è esibito in tutta Italia e all’estero, collaborando spesso col mondo del cabaret. Premiato in vari concorsi (vincitore di Musicultura 2018), ha pubblicato due album, “Coinquilini” e “Il congiuntivo se ne va”, mentre il terzo album è in arrivo prossimamente. La sua musica miscela pop e jazz nelle forme più varie, seguendo una linea che va dalla canzone italiana più obliqua e stralunata (Conte, Jannacci) fino ad Elvis Costello e Randy Newman.

Share Button